Home..........................................TORNA AL 2023


 

 

 

 

GIUGNO 2023



MATTIA IPPOLITO VOLA AL MINIMO PER I NAZIONALI ALLIEVI

Venerdì' 1 giugno a Mondovì, nel corso del tradizionale "Meeting di primavera" a carattere nazionale Mattia Ippolito è riuscito, al secondo tentativio in due settimane, a ottenere il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani Allievi con il tempo di 1.58.67
, notevole risultato per un allievo al primo anno di categoria.
Mattia (nella foto ad Alessandria) aveva mancato di poco l'obiettivo il 21 maggio correndo in 1.59.48, a pochi centesimi dal tempo richiesto dalla FIDAL (1.59.30).
Questa prestazione gli permette anche di far suo il record familiare del papà Vincenzo (1.59.0 alla stessa età).
Va al personale anche Laura Demaria sui 3000 metri col tempo di 11.37.54.
Andrea Allegretti si conferma sui suoi massimni livelli stagionali nel disco con un lancio di 43.88.
Nei 100 m 13.06 per Alessandro Pregno e 14.02 per Iacopo Guglielminetti




Venerdì 1 a Borgomanero sono ancora i Ragazzi di Giorgio Viarengo in evidenza in campo regionale, con Federico Speranza, primo nel lungo, dove sfiora i 5 metri e secondo negli ostacoli sotto i 10", davanti a Leonardo Febbraio (QUI il filmato di questa gara).
Tra le Ragazze Serena Gramaglia si migliora nel lungo con 4.37 ed è seconda negli ostacoli.
Nuovi personali negli ostacoli anche per le cadette Sveva Zuin e Anamaria Tugui e, nei 100 piani, per l'onnipresente Silvia Molino.
Risultati di Borgomanero, 1 giugno
100: Marco Merlo 13.87 (-1.4). Silvia Molino 15.09 (-.0.4)
Lungo: Silvia Molino 4.07 (-1.4), Miriam Massa 4.33
80hs: Sveva Zuin 14.91 (-2.1), Anamaria Tugui 15.49 (-2,1)
1000: Elisabetta Nosenzio 3.43.17
60hs Ragazzi: Federico Speranza 9.99, Leonardo Febbraio 10.16, Francesco Piazzo 12.74
60hs Ragazze: Serena Gramaglia 10.13, Clotilde Allegri 10.70, Aurora Porcellana 11.15, Sveva Viarengo 13.06
Lungo Ragazzi: Federico Speranza 4,95, Leonardo Febbraio 3,91, Francesco Piazzo 3.28
Lungo Ragazze: Serena Gramaglia 4.37,Viola Veiluva 4.04, Aurora Porcellana 4.01, Sveva Viarengo 2.80




Sabato 3 a BRA
Alessandro Cheik si è migliorato sui 400hs fino a 58.75, mancando di non molto il tempo limite per i nazionali Juniores (58.0). Nel lungo cadette 4.22 (-0.9) per Miriam Massa e 3.16 (-1.0) per Federica Baracco.

Domenica 4 a MONSELICE (PD) 39.27 per
Pierdomenico Piazza nel giavellotto (nella foto) ai Campionati Regionali Veneti Master


 

 



IL DISCO DI ANDREA ALLEGRETTI VOLA A 48.25
Storica impresa dell'astigiano che migliora l'antico record sociale di Antonio Iacocca
Sabato 10 giugno a Vercelli Andrea Allegretti è entrato nella storia della nostra società cancellando dalla tabella dei primati sociali il nome di Antonio Iacocca, uno degli atleti più rappresentativi dei primi 70 anni della Vittorio Alfieri.
" Dopo una serie di gare sul filo dei 44 metri il discobolo biancoverde si sblocca migliorandosi a Vercelli di quasi 4 metri e portandosi alla significativa misura di 48.25.
Un risultato fortemente cercato, ma non inatteso, visto lo stato di forma dell'atleta dimostrato in allenamento. Questa misura, oltre a valere ampiamente il minimo (46.30) per il CHALLENGE Assoluti (le selezioni per l'ammissione ai Campionati Italiani Assoluti) rappresenta anche il record sociale caduto dopo quasi quarant'anni (47.74 di Antonio Iacocca nel 1987) e una misura di grande valore per Andrea". (MC)
Arrivano ancora dai lanci le prestazioni più interessanti di questa giornata: sempre nel disco Antonio Scarano va al personale master superando i 35 metri, mentre nel giavellotto Andrea Carriero si migliora stagionalmente di oltre cinque metri fino a 42.21.
Risultati di Vercelli, 10 giugno
Disco: 1) Andrea Allegretti 48.25 Record Sociale, Andrea Fassio 30.23, Antonio Scarano 35.32
Triplo: Silvia Molino 8.91 (+0.9)
Disco: Silvia Molino 25.29
100: Marco Merlo 13.66 (-0.2), Alessandro Bramafarina 12.05 (-0.5)
200: Antonio Scarano 30.25 (-0.9), Matteo Cavagna 26.63 (-1.0)
Alto: Andrea Fassio 1.21, Andrea Carriero 1.30
Giavellotto: Andrea Carriero 42.21
Dopo i miglioramenti di questo fine settimana,
tra Vercelli e Chivasso, le nostre squadre master restano in corsa per la promozione alla finale nazionale dei Campionati di Società, quando mancano due settimane alla pubblicazione delle classifiche finali.

 

MEDAGLIE E RECORDS PER LA SQUADRA RAGAZZI
A Gravellona titolo regionale per Serena Gramaglia e pioggia di medaglie e primati personali
La nostra squadra RAGAZZI, ottimamente orchestrata da Giorgio Viarengo e dai suoi collaboratori, conferma la sua forza a Gravellona, sede sabato dei Campionati Piemontesi di categioria, dopo i successi di squadra ottenuti ai Campionati di Società con entrambe le formazioni, maschile e femminile, piazzate tra le migliori formazioni del Piemonte.
Serena Gramaglia (a sinistra sul podio) indossa la maglietta di campionessa regionale sui 60hs con una eccellente prestazione cronometrica: 9.47, dopo un 9.55 in batteria, che demolisce di oltre mezzo secondo il personale dell'atleta.
Nella successiva finale (QUI il filmato) Serena domina la gara lasciando a oltre mezzo secondo la seconda classificata.
Dopo l'oro di Serena, la Vittorio Alfieri conquista quattro medaglie d'argento e un grande numero di primati personali, quasi sempre con prestazioni di ottimo livello, anche non lontane dai primati astigiani di categoria; in particolare le prove di Clotilde Allegri e di Leonardo Febbraio nei 60 piani e il 5.06 nel salto in lungo di Federico Speranza, per la prima volta oltre il muro dei 5 metri.
" Mancare la vittoria, a volte per pochi centesimi o centimetri, lascia un pochino di amaro in bocca, ma l'importante è sapere di aver dato il massimo, e arriveranno altri podi e altri personali" (Silvia Molino).


Gravellona, 10 giugno

RAGAZZE
60 m: 2) Clotilde Allegri 8.35 (8.47 in batteria), Arianna Botteon 9.27, Ida Parente 10.37
1000 m: Greta Gabutto 3.44.64, Elisabetta Nosenzo 3.45.12
60 hs : 1) Serena Gramaglia 9.47 (9.55 in batteria) CAMPIONESSA PIEMONTESE, 5) Sofia Faletti 10.43 (10.59 in batteria)
Alto : Sofia Antonini 1.10
Lungo: 2) Aurora Porcellana 4.33, 9) Giada Sozio 3.86, Gaia Marino 3.73, Sveva Viarengo 3.26
Peso: 8) Lucrezia Laviola 6.28
Vortex: 6) Anna Lotti 29.15
Marcia 2 km: 11) Ilenia Hoxha 12.56.19
RAGAZZI
60 m: 2) Leonardo Febbraio 8.05 (8.09 in batteria), Gabriele Lotti 9.73
Alto: 4) Matteo Iaia 1.39
Lungo: 2) Federico Speranza 5.06, Giacomo Colombi 3.67
Peso: Mattia Ferrero 7.19
Vortex: Davide Curcio 29.68
Nelle foto le cinque medaglie biancoverdi

...



MEZZOFONDO MASTER IN EVIDENZA A CHIVASSO
Sempre sabato, ma a Chivasso, i biancoverdi erano impegnati in un meeting regionale, alla ricerca della prestazione.
Nei 400hs Alessandro Cheik migliora ancora il personale sui 400hs, ma manca di un'inezia, per soli 12 centesimi di secondo, il minimo per i Campionati Italiani Juniores; ultimo appello il prossimo sabato a Cuneo.
Poco più tardi Alessandro ha riscattato la delusione con il personale sui 200 metri, dove anche Gaetano Bonifacio ritocca il suo tempo stagionale.
Ottimi tempi sui 1500 per i nostri master, che migliorano così il punteggio della squadra in prospettiva finale CDS. Sia Debora Ferro sia Michelangelo Fantetti siglano il personale su questa distanza.
Michelangelo (nella foto) ha corso con il lutto al braccio in ricordo di Vito Sali:
" Oggi a Chivasso, in occasione della mia prima gara in pista, dopo il triste evento, ho voluto salutare VITO a cui dedico anche il mio personal best ottenuto sui 1500. Grazie VITO per i tuoi insegnamenti, mi manchi"
.
Tra le cadette: Anamaria Tugui si migliora sui 300hs
Esordio nelle prove multiple per Miriam Massa e Sveva Zuin. Le allieve di Fulvia Rocca si sono ben comportate siglando alcuni primati personali: miglior risultato per Sveva il 14.70 sugli ostacoli, per Miriam il 25.01 nel giavellotto.

Risultati di Chivasso, sabato 10 giugno
400hs: Alessandro Cheik 58.12
1500: Debora Ferro 5.03.85, Michelangelo Fantetti 4.37.97
300hs: Anamaria Tugui 52.40
200: Claudia Solaro 34.50 (-1.0)
200: Alessandro Cheik 23.81 (-0.8), Gaetano Bonifacio 28.18 (+0.2)
Pentathlon Cadette (80hs, lungo, alto, giavellotto, 600)
Miriam Massa 2294 punti (15.24(-0.1), 3.89, 1.21, 25.01, 2.10.09)
Sveva Zuin 1925 punti (14.70 (08), 3,42, 1.12, 19.81, 2.13.94)







Erano 40 gli ESORDIENTI che domenica 11 giugno hanno festeggiato la fine del corso di atletica (e dell'anno scolastico) con una serie di garette in pista, seguiti dai loro tecnici.









ALTRE FOTO

 

 




 

FILIPPO IACOCCA RECORD: 69.07 NEL MARTELLO
E' il nuovo record piemontese e la miglior misura juniores italiana della stagione
Santhià, 18 giugno. Una magnifica impresa è quella di Filippo Iacocca che domenica 18 giugno, sul campo di Santhià (teatro dei Campionati Piemontesi Master di Pentathlon Lanci), si è rimesso in gioco per vestire la maglia azzurra in vista dei Campionati Europei Juniores del prossimo agosto a Gerusalemme.
Sceso in pedana ben deciso a migliorare il personale di 67.39 datato 2022 e il 67.27 di quest'anno, terza prestazione nazionale di categoria nel 2023, Filippo ha iniziato subito bene con un primo lancio di 68.89 che costituisce il nuovo record piemontese Juniores, strappato a Lorenzo Puliserti (67.62 nel 2011).
La pioggia intervenuta subito dopo la prima prova non ha impedito all'astigiano di continuare ad esprimersi su alti livelli con questa serie di lanci: 68.89, 67.80, nullo, 67.08, nullo (69.50 fuori settore), nullo, 69.07. Con quest'ultima misura l'atleta torna ad essere il migliore in Italia quest'anno nella categoria Juniores, superando Pietro Camilli (68.28) e il rietino Lorenzo Mattei (67.79), e si presenta ai prossimi Campionati Italiani Juniores di luglio
con la scomoda responsabilità di favorito.

Quattro nostri master in campo nel pentathlon lanci, con il miglior piazzamento individuale nel campionato regionale per Barbara Carrai, seconda dietro l'imbattibile Anna Camoletto della Canavesana.
L'organizzazione dell'atletica Zegna è stata come sempre eccellente, inclusa l'assistenza ai non giovanissimi gareggianti con abbondanti ristori durante tutta la competizione, iniziata alle 10 del mattino e conclusa alle 18 e che ogni anno attira partecipandi da tutto il nord Italia.
In pedana anche il neo novantenne Carmelo Rado (Atletica Rimini), ex olimpionico nel 1960 a Roma nel lancio del disco: Carmelo ha approfittato del salto di categoria per migliorare un paio di nuovi record italiani M90.
Risultati degli astigiani, Santhià 18 giugno
Pentathlon Lanci (peso, disco, martello, MC, giavellotto)
F45 1) Silvia Molino 2255 punti (6.11, 25.69, 26.03, 8.75, 15.90)
F50 1) Barbara Carrai 2529 punti (8.84, 17.22, 30.45, 9.95, 15.99) 2^ ai Regionali Master
M65 5) Antonio Scarano 2473 punti (7.98, 31.95, 23.86, 9.72, 23.74)
M75 2) Giorgio Fracchia 1770 punti (7.11, 18.60, 15.89, 5.40, 17.12)
Gara extra martello: Carrai (3 kg) 30.81, Molino (4 kg) 25.43



EMANUELE STEFFENINO SCENDE A 11.08 SUI 100m
Sabato 17 a Cuneo, nel Trofeo Walter Merlo, Emanuele Steffenino sale sul podio della v
elocità con il magnifico tempo di 11.08, una prestazione che abbatte di oltre tre decimi il precedente personale di 11.40 dell'atleta e lo innalza tra i migliori velocisti in ambito regionale. Poco più tardi l'atleta si schiera anche sui 400m per esigenze di squadra, la Vittorio Alfieri è interessata quest'anno anche alla classifica nei Campionati di Società U23. Sempre sui 100m va al personale pure Alessandro Pregno.
Stefano Monticone è secondo nei 3000 metri dedicati al ricordo dell'atleta cuneese Walter Merlo.
Tra i cadetti Giulio Ollino si migliora nelle siepi.
Risultati di Cuneo 17 giugno
100: 3) Emanuele Steffenino 11.08 (+1.7), Alessandro Pregno 13.03 (+1.9)
400: Emanuele Steffenino 53.45, Mattia Ippolito 62.45 (infortunato)
3000: 2) Stefano Monticone 9.04.61
400 hs: Alessandro Cheik 59.51
Disco/lungo: GFregorio Margaglia 31.512 e 4.91 (-0.7)
80 Ce: Miriam Massa 11.6 (+2.3)
1200 siepi: Giulio OLlino 3.38.15, Alberto Saglietti 4.05.73

Sabato 17 giugno a Castano Primo (MI) 2.343.50 sugli 800 per Domenico Guglielminetti, che recupera così alcuni punti per la classifica nei CDS Master in prospettiva di una possibile finale nazionale.

Domenica a Donnas 42.95 nel disco per Andrea Allegretti




DEBORA FERRO E' CAMPIONESSA PIEMONTESE DI KV
A Roaschia (CN) sono stati assegnati domenica 18 i titoli regionali individuali di KV (Chilometro verticale), una specialità, come si evince dal titolo, molto dura e impegnativa di corsa in salita con dislivello appunto di un chilometro sulla distanza di 4.9 km e una pendenza media del 20%.
Debora Ferro (nella foto sul podio) si dimostra competitiva anche in questa specialità e va a vincere il titolo di Campionessa Piemontese nella categoria F50 col tempo di 55'15"9, la precede al traguardo
in 54'40"4 il marito Marco Massano che dimostra notevoli doti di resistenza nelle corse in montagna.
Con questa prova Marco passa al comando nel campionato interno di corsa su strada.
Debora è quinta donna assoluta (a pochi secondi dal podio) e prima tra tutte le categorie master
".... gara bella e molto, molto allettante per me a livello muscolare..."

 

 

 


I NOSTRI RAGAZZI AL TOP REGIONALE ANCHE NEL TROFEO CONI
La prima parte di una eccezionale stagione 2023 si conclude con un altro successo, individuale e di squadra, del nostro gruppo RAGAZZI che ad Alessandria, nella fase regionale del Trofeo CONI, si conferma la migliore società piemontese in questa categoria di giovanissimi, conquistando tre posti sul podio e una vittoria individuale che apre le porte della finale nazionale a Serena Gramaglia.

<<
Sabato 17 giugno si Ŕ svolta ad Alessandria la fase regionale del Trofeo CONI, manifestazione riservata alla categoria ragazzi e ragazze impegnati in un tetrathlon a scelta tra tre diverse tipologie: A (60, alto, peso, 600), B (60, lungo, vortex, marcia 1000), C (60hs, lungo, peso, 600). Come al solito, le Ragazze e i Ragazzi della Vittorio Alfieri sono stati grandi protagonisti, raccogliendo i frutti del lavoro che sta svolgendo l'allenatore Giorgio Viarengo e tutto il suo staff.
Su tutti, spicca ancora il risultato della talentuosa Serena Gramaglia (nellafoto con Giorgio Viarengo) che vince il Tetrathlon C con il miglior risultato tecnico in assoluto di giornata e si qualifica per la fase nazionale che si svolgerÓ in Basilicata dal 21 al 24 settembre. Serena vince con 2784 punti con un'ottima prova sui suoi 60hs corsi in 9"62 (ben 967 punti), 4,28 nel lungo, 8,43 nel peso e 1'57"29 nei 600 metri. Nella stessa prova, 1313 sono i punti di Sveva Viarengo, che ottiene 13"18 nei 60hs, 3,16 nel lungo, 7,06 nel peso e 2'32"16 nei 600.
Nel Tetrathlon A (60 m - alto - peso - 600 metri) Ŕ brava Sofia Faletti a conquistare il settimo posto con 2094 punti. Per lei 9"14 sui 60 metri piani, 1,25 di salto in alto, 7,52 di peso e 2'10"08 sui 600 metri.
Chiude al tredicesimo posto Arianna Botteon con 1813 punti (9"50, 1,20, 5,01 e 2'06"60), conclude anche Lucrezia Laviola condizionata dal nullo d'ingresso nel salto in alto. Per lei 1082 punti totali in tre gare, con 9"72 nei 60, 5,34 nel peso e 2'13"45 nei 600.
Nel Tetrathlon B Ida Parente si cimenta nei 60 m (10"53), nel Lungo (2,89), nel vortex (15,05) e nei 1000 metri di marcia (6'31"60) con 1255 punti.
Arrivano podi anche tra i Ragazzi con il secondo posto di Alberto Boneschi nel Tetrathlon B e il terzo di Leonardo Febbraio nel Tetrathlon A. Alberto Boneschi conclude con 1390 punti ottenuti con questi risultati: 10"08 nei 60, 3,99 nel lungo, 36,13 nel vortex e 6'14"48 nella marcia. Leonardo Febbraio invece fa 2497 punti con 8"01 sui 60, 1'50"65 nei 600, 1,46 nell'alto e 10,97 nel peso.
Sempre nel Tetrathlon A buon 11░ posto per Matteo Iaia, con 8"93 nei 60, 2'09"74 nei 600, 1,40 nell'alto e 9,88 nel peso. Conclude le quattro prove anche Francesco Piazzo con 890 punti (10"43 nei 60hs, 2'13"84 nei 600, 1,20 nell'alto e 6,17 nel peso).
Sfiora il podio nel Tetrathlon
C Federico Speranza, quarto con 2559 punti (9"89 nei 60 hs, 4,90 di lungo, 10,23 di peso e 1'47"63 nei 600 metri). Bene il dodicesimo posto del rientrante Giorgio Bessone: per lui 2129 punti con 10"13 nei 60 hs, 4,58 nel lungo, 8,24 nel peso e 1'54"47 nei 600
.>> Claudia Solaro





Domenica 18 a San Damiano, nella gara valida per il campionato provinciale, tre biancoverdi tra i primi quattro alle spalle del chierese Vivirito: Stefano Guarna è secondo davanti a Luca Brusasco (i due nella foto di Sportasti) e Michelangelo Fantetti.







Nel meeting infrasettimanale di giovedì sera 22 giugno al campo Scuola di Asti, organizzato dalla Vittorio Alfieri e dedicato ai lanci, Filippo Iacocca, un pò scarico dopo la bella prova di Santhià che lo ha portato al primo posto nelle liste nazionali Juniores di martello, si ferma a 66.22.
In evidenza in questa occasione i nostri master, con Barbara Carrai che va al personale nel martello; bene anche Andrea Allegretti che nel disco avvicina i 45 metri.
Risultati di Asti, 22 giugno
Disco: Antonio Scarano 30.56. Andrea Fassio 29.52, Andrea Allegreetti 44.84, Gregorio Margaglia 33.51. Daniela Zanaga 13.88, Barbara Carrai 18.14.
Giavellotto: Andrea Carriero 41.01, Alessandro Bramafarina 36.45, Domenico Guglielminetti 22.94, Michele Anselmo 21.34, Daniela Zanaga 12.61, Claudia Solaro 10.60
Martello: Filippo Iacocca 66.22, Barbara Carrai 32.42

Nella foto Michele Anselmo e Alessandro Bramafarina in pedana giovedì nei lanci.


A Varese Domenico Guglielminetti ritocca il suo tempo sugli 800m correndo in 2.34.31, ora i giochi sono fatti per decidere le 24 società ammesse alla finale dei CDS Master di Sorrento e tra pochi giorni avremo la risposta per quanto riguarda le due formazioni biancoverdi.


Terminata l'euforia dei Campionati di Società, che hanno impegnato la nostra società nei mesi di maggio e giugno, ora è il momento dei Campionati Italiani individuali per tutti gli atleti che hanno ottenuto il minimo di partecipazione nelle varie categorie.
Si comincia a Caorle con gli Allievi, dove dobbiamo purtroppo registrare l'assenza di Mattia Ippolito, costretto al riposo da un grave infortunio occorsogli nell'ultimo impegno agonistico a Cuneo.
Nello stesso fine settimana (23.25 giugno), ad Acireale in Sicilia scendono in campo i nostri Master.


PIOGGIA DI MEDAGLIE AI NAZIONALI MASTER
Nove medaglie e sei titoli nazionali per cinque atleti biancoverdi
L'impegnativa trasferta ad Acireale, in Sicilia, per i Campionati Italiani Master 2023 si è chiusa con un successo senza precedenti per i nostri colori master che hanno dimostrato ancora una volta la forza del nostro settore in campo nazionale.
Cinque atleti per nove medaglie, sei delle quali del metallo più pregiato.
Inaugura la serie Pierdomenico Piazza (nella foto) che venerdì si è imposto nel giavellotto, dominando la gara fin dal primo lancio con una serie a cavallo dei 40 metri e un miglior lancio di 40.70, quattro metri davanti al mestrino Lucio Buiatti.
Le due stelle storiche della nostra squadra, Francesca Iuri e Bruna Spano, pur in condizioni fisiche non ottimali, hanno voluto comunque mettersi alla prova sulla pista e sulle pedane di Acireale.
Francesca Iuri, (nella foto) rimasta in dubbio fino all'ultimo per i postumi di una recente fascite plantare che ne hanno limitato il rendimento, si porta a casa altre due medaglie d'oro e altrettanti titoli italiani nelle sue specialità, il salto in alto e il salto triplo.
Con questi successi l'atleta porta a 39 il numero di titoli italiani conquistati in carriera e a 60 il numero di medaglie, numeri che non temono confronti nella nostra società. Per di più nel triplo, con la sua prova di domenica (un bel salto di 8.57), Francesca aiuta la società, proprio allo scadere dei termini, a consolidare il punteggio che dovrebbe garantire alla squadra femminile l'accesso alla finale nazionale dei prossimi Campionati di Società.
Bruna Spano deve competere con atlete più giovani e sicuramente più performanti, e contro Anna Micheletti e Mariuccia Quilleri, che le hanno recentemente sottratto i primati nazionali di categoria sui 100 e 200 metri, deve accontentarsi di medaglie meno pregiate: è seconda sui 100m e terza sulla doppia distanza.
Ma la vera protagonista di queste tre giornate siciliane è stata sicuramente Silvia Molino che si è messa in gara in quattro eventi, più con speranze che con certezze di successo. Silvia ritorna alle vacanze, non a caso programmate in Sicilia e interrotte proprio per non mancare a questo appuntamento, con quattro medaglie e soprattutto con tre titoli di Campionessa Italiana.
Successi meritatissimi i suoi, vista la passione e l'impegno che questa atleta mette in mostra in gara e in allenamento: il lavoro e la perseveranza premiano sempre, commenta Ugo Vogliotti che "vive" nella Vittorio Alfieri dal 1958, cioè dagli albori della nostra società.
I tre ori di Silvia erano un obiettivo sicuramente non programmato alla vigilia, ma l'atleta ha reso al meglio delle sue possibilità cominciando venerdì dal martello (nella foto sul podio), dove le è bastato un solo lancio valido, ma molto lungo, per aggiudicarsi il titolo con il nuovo personale di 28.81: superata di misura la favorita Arianna Toppi, seconda con 28.06.
Il giorno dopo arriva una relativamente facile vittoria nel salto in lungo; poi domenica Silvia chiude la triade d'oro con un difficile successo nel salto triplo sull'altra atleta piemontese, la canavesana De Robertis, che per l'occasione si migliora con 9.02; ma la nostra atleta con tre salti oltre i 9 metri mette al sicuro il primo posto.
Chiudiamo così una indimenticabile edizione dei Campionati con 9 medaglie, di cui ben 6 d'oro, conquistate da soli cinque atleti.
Risultati di Acireale
23 giugno
Giavellotto M60: 1) Pierdomenico Piazza 40.70 CAMPIONE ITALIANO
80hs F45: 3) Silvia Molino 15.10 (-0-9)

Martello F45: 1) Silvia Molino 28.81 CAMPIONESSA ITALIANA
Asta M50: 4) Piero Rolfi 2.60
24 giugno
Alto F60: 1) Francesca Iuri 1.20 CAMPIONESSA ITALIANA
100 F70: 2) Bruna Spano 16.86 (-1.0)
Lungo F45: 1) Silvia Molino 3.97CAMPIONESSA ITALIANA
25 giugno
Triplo F60: 1) Francesca Iuri 8,57 (+2.0) CAMPIONESSA ITALIANA
Triplo F45: 1) Silvia Molino 9.11 (+0.8) CAMPIONESSA ITALIANA
200 F70: 3) Bruna Spano 35.18 (-1.1)

Bruna Spano sul podio



Domenica 25 a Pratosesia secondo posto di categoria per Domenico Guglielminetti (B93) sui 10 km validi quale settima prova dell' Ecopiemonte e prova di campionato sociale, dove Domenico affianca Marco Massano in testa alla classifica.

A Villastellone decimo assoluto e secondo M50 anche per Michelangelo Fantetti, 10.4 km in 38.25






BACK