Home..........................................TORNA AL 2021


 

 

 

 

SETTEMBRE 2021


Ottimi risultati dei nostri mezzofondisti ad Alba giovedì 3 settembre nel meeting
Memorial Franco Florio, in una serata per tradizione interamente dedicata al mezzofondo.
Nei 1500 Allievi
Stefano Monticone (nella foto 193) ottiene uno strepitoso risultato cronometrico togliendo 22 secondi al suo personale (4.52.34 di giugno) e avvicinando la barriera dei quattro minuti e mezzo col tempo di 4.30.66, che gli assegna il quinto posto nella sua serie.
Tre frazioni di 500m in 1.30, 1.35 e un finale in 1.25 in grande progressione, che vuol dire un parziale sui 1000 metri vicino ai 2'55", decisamente meglio rispetto al 3.02.96 che un anno fa aveva ottenuto nella stessa occasione (con tanto di primato personale), ma sulla distanza ridotta dei 1000m cadetti.
Più tardi è la volta di
Gianfranco Cucco (nella foto 26), impegnato nella seconda serie dei 5000 metri che chiude in 15.48.39 con una gara molto regolare a 3'10" al km. Nella quarta ed ultima serie un po' di gloria anche per Domenico Guglielminetti, anche per lui arriva il personale sulla distanza in 20.17.86 con un ringraziamento al suo allenatore, Andrea Fassio.



TRIONFO DEL PIEMONTE NEL TROFEO DELLE REGIONI MASTER
Con il contributo determinante dei Master targati Vittorio Alfieri la formazione Master del Piemonte si è imposta nell'edizione 2021 del Trofeo delle Regioni, ospitato quest'anno a Mondovì sabato 4 settembre. Un incontro tra le rappresentative di molte regioni italiane, che si conclude con una doppia vittoria per il Piemonte, primo sia in campo femminile sia maschile. I nove biancoverdi astigiani, selezionati nella squadra regionale, si sono messi in grande evidenza conquistando 6 posti sul podio, determinanti per la classifica finale di squadra.
Prestazioni ad alto rendimento individuale per i nostri, quasi tutti si sono migliorati in questa importante occasione.
Bruna Spano porta a casa due vittorie individuali, nei 100 piani con 16.01 a soli due centesimi dal suo record italiano, e nella staffetta dove la sua prima frazione è stata determinante per il successo della squadra.
Una vittoria anche per Giulio Omedè nel triplo, poco dopo il suo terzo posto nel salto in alto alle spalle dell'argento di Piercarlo Molinaris.
Sul giro di pista Gaetano Bonifacio ritocca il suo stagionale con 59.62. Sulla stessa distanza, ma al femminile, spicca l'exploit di Debora Ferro che toglie due secondi al suo personale, dimostrando una completezza di rendimento dalla velocità fino alla corsa in montagna. Al 66.95 sui 400 Debora affianca l'argento nella staffetta 4x400. Al personale anche Mariarosa Auteri, quarta nel giavellotto con un lancio superiore ai 9 metri.

Nelle foto: Bruna Spano, Piercarlo Molinaris, Debora Ferro

Risultati di Mondovì, 4 settembre:
Squadre Maschile: 1) Piemonte 32 punti, 2) Lombardia 53, 3) Veneto 52
Squadra Femminile: 1) Piemonte 32 punti, 2) Veneto 40, 3) Lombardia 48

100m 1) Bruna Spano 16.01 (+0.1), Silvia Molino 15.62 (+0.1), Piero Rolfi 14.35 (+0.1)
400m: 7) Debora Ferro 66.95; 8) Gaetano Bonifacio 59.62, Alessandro Marengo 1.13.77
4x100 Fe: 1) Piemonte (con Bruna Spano) 57.08
4x400 Fe: 2) Piemonte (con Debora Ferro) 4.35.80
Giavellotto: 4) Mariarosa Auteri 19.09
Triplo: 1) Giulio Omedè 9.48 (+0.6)
Alto: 2) Piercarlo Molinaris 1.36, 3) Giulio Omedè 1.45






San Damiano, 5 settembre. 4^ edizione CORRINCOLLINA, articolata in due gare, la 10.6 km su strada e un Trail di 20.5 km valido per il Trofeo Regionale di PIEMONTE PARCHI E MONTAGNE.
Il trail, che vedeva alla partenza gli atleti più quotati, sin dalle prime battute ha visto prendere il largo un qartetto che poi è diventato una coppia, con Jacopo Musso (Alfieri) e Quaglia della Val Varaita.
Jacopo però ha dovuto alzare bandiera bianca verso il decimo km, non avendo recuperato al meglio le fatiche della scorsa domenica a Susa, lasciando così spazio a Quaglia che andava a vincere davanti a Edoardo Marchisio (Saluzzo).
I primi tre nella foto
Terzo posto per l'atleta biancoverde Jacopo che precedeva Velatta dei Maratoneti Genovesi e un ottimo Michelangelo Fantetti, master 50 targato Alfieri autore di una ottima performance. Specialista della pista (1500 e 5000 metri) ha dimostrato che si può andare forte anche in montagna. (nella foto con Davide Elli)
In campo femminile successo di Eufemia Magro (Dragonero) davanti alla Laino (Brancaleone) e alla nostra Debora Ferro.
Per Debora è stato un fine settimana di fuoco: sabato pomeriggio ha gareggiato in pista a Mondovì sui 400 e nella staffetta 4x400 con la Rappresentativa del Piemonte, contribuendo al successo nel Trofeo delle Regioni; oggi un terzo posto nel trail che vale quanto una vittoria.
Buoni risultati per i nostri atleti nelle varie categorie: tra gli M2 (35-44 anni) successo per Fausto Liguori, nono assoluto davanti a Roberto Tomalino, rientrato alle competizioni dopo quasi due anni, mentre Christian Dal Col è quarto.
Tra gli M3 (45/54 anni) secondo Fantetti, sesto Roberto Penna e dodicesimo Vittorio Vaccaneo.
Nella categoria M4 (55/64 anni) successo per Paolo Musso, decimo assoluto.
Infine nella categoria M5 (da 65 anni in su) eccellente secondo posto per Gianni Damasio.
Non dimentichiamo, tra i giovanissimi, il secondo posto nella categoria Ragazze di Federica Baracco (nella foto)
(Paolo Musso)

 

 

 


CINQUE ORI AI CAMPIONATI NAZIONALI MASTER
..... e l' ennesimo record italiano per Francesca Iuri
Ancora una volta i Campionati Italiani Master sono ricchi di soddisfazioni per i nostri colori. Una ridotta ma molto selezionata rappresentativa della Vittorio Alfieri, scesa a Rieti dal 9 al 12 settembre, torna a casa con un bottino di 10 medaglie di cui ben cinque d'oro.
I nostri master più rappresentativi non hanno ancora una volta tradito le aspettative: Bruna Spano, indiscussa dominatrice della velocità quest' anno in ambito nazionale, conquista una doppietta quasi scontata, vincendo i 100 m con 16.11, ancora una volta sotto il vecchio record nazionale di Giusy Sangermano; due giorni dopo si ripete sulla doppia distanza abbattendo il muro dei 34".
Una doppietta di magliette tricolori anche per Francesca Iuri, sul gradino più alto del podio nel salto in alto, dove eguaglia il suo personale stagionale a 1.26 e a seguire una grande impresa, venerdì 10, nel salto triplo: la primatista italiana con l' 8.91 di Borgaretto si supera ancora una volta nell'occasione più importante con un salto di 8.97 alla prima prova migliorando il proprio record nazionale e una serie eccellente: 8.97, 8.95, 8.90 e 8.81.
Arriva finalmente un titolo nazionale anche per Piercarlo Molinaris, dopo un lungo digiuno che lo aveva visto collezionare secondi e terzi posti in abbondanza (tra i quali l'argento nel lungo proprio in questa manifestazione il giorno prima). Ma nel salto in alto Piercarlo non ci sta e interrompe la serie "negativa" con un bel balzo a 1.39, miglior risultato dell'anno per il nostro e soprattutto una misura obbligata per la vittoria davanti al pugliese Costantini, che era al comando della gara fino alla misura precedente (1.36) per numero di falli. Certamente una bella dimostrazione di carattere.
Ghiaccio rotto anche per Piero Rolfi, terzo nel salto in alto, dopo una serie infinita di quarti posti tra i quali quello odierno nell'asta dove, a dire il vero, Piero ha sprecato una occasione d'oro per conquistare almeno l'argento, ampiamente alla sua portata.
A Rieti si è finalmente sbloccata Silvia Molino con un salto di qualità che evidenzia le sue potenzialità. Per lei tre podi come nessun altro della Vittorio Alfieri: un bronzo nel disco, con il primato personale a 24.23 e un argento nel martello e poi il salto triplo, dove Silvia vanta almeno tre titoli di Campionessa italiana. Quest'anno l'impresa era più difficile da ripetere, l'atleta si è presentata all'appuntamento con la terza misura di accredito e a conti fatti i pronostici della vigilia sono stati rispettati: medaglia di bronzo per SIlvia con il primato stagionale di 8.67.

Nelle foto i nostri cinque medagliati

Risultati Rieti, Campionati Italiani Master Outdoor
Giovedì 9:
Alto F60: 1) Francesca Iuri 1.26 Campionessa Italiana
100m M60: 7) Alessandro Marengo 14.46 (+1.0)
Lungo M70: 2) Piercarlo Molinaris 4.24 (-0.4)
100m F70: 1) Bruna Spano 16.11 (+1.1) Campionessa Italiana
Venerdì 10:
Triplo F60: 1) Francesca Iuri 8.97 (+0.5) Campionessa Italiana, Record Italiano
400m: 6) Alessandro Marengo 1.13.97
Alto M70: 1) Piercarlo Molinaris 1.39 Campione Italiano
80hs F45: 5) Silvia Molino 16.74 (+1.5)
Disco F45: 3) Silvia Molino 24.23
Alto M50: 3) Piero Rolfi 1.35
Giavellotto M50: 7) Piero Rolfi 28.71
Sabato 11:
200m F70: 1) Bruna Spano 33.97 (+0.2) Campionessa Italiana
Asta M50: 4) Piero Rolfi 2.60
Martello F45: 2) Silvia Molino 19.05

200m M60: 10) Alessandro Marengo 30.00 (+0.7)
Alto F45: 6) Dell'Angelo Sabina 1.20

Lungo F45: 6) Dell'Angelo Sabina 3.87 (+0.4)
Domenica 12:
Triplo F45: 3) Silvia Molino 8.67 (+1.3)

 

 

Nello stesso fine settimana sono stati disputati ad Alessandria i Campionati Piemontesi Giovanili, con le prove multiple per i Cadetti e gli individuali per gli Allievi.
Buoni risultati per i nostri colori, tutti i biancoverdi sono andati al personale nelle rispettive gare.
Nel Pentathlon Cadette si migliorano Marta Fassio e Giulia Giulivi con una seconda giornata ad alto livello e prestazioni interessanti nei 600m finali e nel salto in lungo.
Sabato 11 Stefano Monticone
(nella foto) esordisce sulla distanza dei 2000 siepi Allievi inaugurando la cronologia del primato provinciale per la specialità con barriere da 84 cm, in vigore da quest'anno.
Domenica è il turno degli ostacolisti, sia Alessandro Cheik sia Diego Roasio migliorano i rispettivi personali di 3" sul giro di pista.
Alessandria, 11-12 settembre
Pentathlon (80hs, alto, giavellotto, lungo, 600m)
Marta Fassio 2423 punti (15.38/+0.1, 1.23, 15.19, 4.28/0.6, 1.53.16)
Giulia Giulivi 1771 punti (0.0, 1.26, 12.84, 4.15/+1.7, 1.55.02)
2000 siepi: Stefano Monticone 7.07.08 Record Provincialie Allievi stabilito
400hs (84): Alessandro Cheik 1.03.62, Diego Roasio 1.06.48
Lungo: Stefano Monticone 5.08 (+1.2), Alessandro Cheik 4.92 (+1.9) , Diego Roasio 4.41 (+1.2)




Ronco Scrivia (Ge), 12 settembre - 3^ edizione SCALATA DI TANA D'ORSO
Gara di corsa in montagna di Km 4.5 con dislivello positivo di 500 metri, immersi nei magnifici boschi della Valle Scrivia.
Ancora una eccellente prestazione per Jacopo Musso dell'Alfieri, con vittoria sfiorata per un soffio.
Partito con prudenza, ha lasciato sfogare gli avvversati, per poi fare un finale travolgente, dove è pure riuscito a prendere la testa della gara sulle rampe più impegnative della salita. L'ultimo km in falsopiano e discesa gli è stato fatale. Sul ritmo si è fatto rimontare da Savio Ghebrehanna, primo al traguardo in 25.35 e da Gabriele Poggi, secondo in 25.48. Terzo Jacopo Musso in 26.03 a meno di 30" dal vincitore.
Paolo Musso, papà di Jacopo, conclude con un ottimo 10^ posto assoluto e primo di categoria, in 29.44.
Jacopo si sta allenando duramente per preparare la gara internazionale al Monte Faudo, che si svolgerà domenica prossima a Imperia. Per questo motivo nella gara di oggi non ha potuto esprimersi al meglio.
(Paolo Musso)





 


L'ASTA CI REGALA DUE MEDAGLIE AI REGIONALI CADETTI
Il salto con l'asta si conferma una tradizione privilegiata per la Vittorio Alfieri, anche a livello giovanile.
A Volpiano (Torino) i nostri Cadetti conquistano due posti sul podio ai Campionati Piemontesi di categoria: sabato 18 settembre è il turno di Samel Hoxha, presentatosi in pedana con un personale di 2.20 che in questa gara viene ritoccato quattro volte, fino al 2.55 che gli dà la medaglia di bronzo in campo maschile.
Domenica 19 è il turno di Lucrezia Crepaldi. La sua medaglia d'argento, alle spalle della torinese Schera (3.40 di personale e 3.20 per l'oro nella gara odierna), è comunque una bella soddisfazione per Lucrezia che a Volpiano era alla sua prima esperienza in questa specialità. Esordio positivo per la nostra atleta che entra nel Club dei 2 metri, una misura che è sicuramente di partenza.

Nelle foto i nostri due medagliati

Per restare nella categoria Cadetti c'è il sesto posto per Marco Massa, anche lui all'esordio nell'atletica, con un salto di 8.91 nel triplo.
Sempre a Volpiano, in questo fine settimana, impegnati anche i Ragazzi che si disputavano il titolo regionale nel Tetrathlon, e ottimo risultato della nostra Myriam Massa che ha ottenuto un onorevole 26.mo posto su 69 classificate in campo femminile, in una competizione affollatissima.
Risultati di Volpiano 18-19 settembre
Tetrathlon Cadette: 26) Miryam Massa 1869 punti (2.13.02/600m, 11.16/60hs, 3.42/lungo, 6.50/peso)
300: Marco Massa 48.74, Giulia Giuilivi 48.98
Triplo: Marta Fassio 8.93, 6) Marco Massa 8.91 (+1.4)
Lungo: Marta Fassio 4.19/0.0, Giulia Giulivi 4.02/+0.1
Asta: 2) Crepaldi Lucrezia 2.00, 3) Samel Hoxha 2.55

 

LOCARNO: due biancoverdi nella Rappresentativa Piemontese
Filippo Iacocca e Andrea Allegretti hanno avuto l'onore della convocazione nella Rappresentativa Piemontese che il 18 e 19 settembre a Locarno ha affrontato Rappresentative della Germania, dell'Austria, della Svizzera e naturalmente dell'Italia nel Meeting Internazionale ARGE ALP Sfortunata prova di Andrea che colleziona 3 nulli nel disco; sempre nel disco, ma da 2 kg rispetto all'attrezzo da 1.5 riservato alla categoria Allievi, bella prova di Filippo Iacocca che lancia a 37.55.



SUPER BRUNA, DUE RECORDS ITALIANI

Non cessa di stupire Bruna Spano, vera rivelazione dell'anno nella velocità master femminile in Italia.
Sabato e domenica Bruna è stata convocata ad Ancona nella Rappresentativa Italiana Master negli European Master Athletics Festival For Silver Age (Emaf), evento internazionale per atleti Over 60 da undici nazioni europee. Se vogliamo, una vera e propria convocazione in maglia azzurra, dopo gli eccellenti risultati che la nostra atleta ha ottenuto durante tutto il 2021, con la conquista di titoli di Campionessa Italiana sui 100 e 200 e risultati cronometrici di assoluto livello per la sua categoria, a cominciare dal 15"99 sui 100m a Giaveno (oltre a un 15"74 ventoso alla finale dei CDS a Tivoli) che la qualifica copme la prima italiana sotto il muro dei 16" per una atleta della categoria F70.
Ebbene ad Ancona Bruna ha contribuito in modo determinante al quinto posto della squadra Italiana nella classifica finale femminile, che vede vittoriosa la Germania davanti a Spagna e Francia, con due terzi posti nelle gare di velocità, corredati da due nuovi record italiani indoor.
Sabato sui 60m è la prima italiana F70 a scendere sotto la barriera dei 10" e con un eccellente 9"84 demolisce di quasi tre decimi il precedente limite di Gyusi Sangermano (10"13) targato 2017.
E domenica la nostra Bruna si ripete sui 200 metri, togliendo oltre mezzo secondo al 34"66 indoor, sempre della Sangermano, con il 34"01 che le dà la vittoria nella seconda serie riservata alla categoria F70 e la bellezza di 1065 punti che, nel complesso delle atlete in gara, le assegna il terzo posto assoluto sulla distanza dei 200m, a un solo punto dalla tedesca Heidrich.






4'57"28 sul miglio (1609,34 m) per
Stefano Monticone sabato 25 a Voghera, l'atleta conferma così il suo eccellente stato di forma e il bel personale da lui ottenuto di recente sui 1500m (4'30"66)
Nella foto in gara a Voghera








Sabato 25 e domenica 26 Alessandria ha ospitato la giornata conclusiva dei Campionati Provinciali Cadetti, per la Vittorio Alfieri arrivano due titoli individuali.
Sabato Sara Carriero rientra alle gare con la vittoria nel salto con l'asta dove eguaglia il personale a 2.40 davanti a Lucrezia Crepaldi (nella foto la premiazione con il Presidente della Fidal astigiana Michele Anselmo). Per Sara una vittoria anche nel lungo che però non assegna titoli.
In questa gara bella prova, in campo maschile, di Samel Hoxha, primo anno di categoria e un bel salto a 2.65 che migliora di 10cm il suo recente 2.55 di Volpiano. Per Samel c'è già un progresso di mezzo metro sulla sua miglior misura del 2020.
Le gare di domenica sono state disturbate dalla pioggia che hanno indotto la giuria a cancellare alcune competizioni.
Dalla pedana del triplo arriva il secondo titolo provinciale per merito di Marco Mazza (nella foto), che centra i 9,00 alla quinta prova migliorandosi a sua volta di una decina di cm.
Tra gli altri risultati in bella evidenza il cadetto Filippo Berzano (10.6 sugli 80 all'esordio), Marta Fassio che si migliora sui 300m, come Diego Roasio sui 200 e Jacopo Guglielminetti nei 100 piani.
In gara anche i giovanissimi: Filippo Murzio toglie 4" sl suo tempo sui 1000, poi la pioggia ha fatto annullare alcune gare per così dire pericolose per la categoria Ragazzi, per i quali si è recuperato copn una prova sui 150 piani che ha visto un bel terzo posto di Miriam Massa.

Risultati 25 settembre
80m: Giulia Giulivi 11.7 (+1.7)
asta: 1) Sara Carriero 2.40 Campionessa provinciale, 2) Lucrezia Crepaldi 1.80
lungo: 1) Sara Carriero 4.20 (-1.6), Giulia Giulivi 3.82 (-0.8)
Peso: Lucrezia Crepaldi 6.84
80 M: Filippo Berzano 10.7 (+1.0) e 10.6 (+0.8) in finale
asta: 2) Samel Hoxha 2.65
Lungo: Filippo Berzano 4.47 (+1.1)
100m: Jacopo Guglielminetti 13.6 (+0.6), Piero Rolfi 14.1 (+0.6)

26 settembre
300m: Marta Fassio 47.6
300m: Giorgio Marotti 46.0, Marco Mazza 49.6
Triplo: 1) Marco Mazza 9.00 ( ) Campione provinciale
150 R/e: Miriam Massa 22.6
1000 R/i: Filippo Murzi 3.43.5
150 R/i: Filippo Murzi 24.0
200m: Diego Roasio 25.3 ( )



SILVIA MOLINO INFINE OLTRE I 9 METRI
La barriera dei 9 metri nel salto triplo è diventata in questa stagione un obiettivo molto ambito in diverse occasioni in ambito nostrano.
Tornando ai 9.00 che il cadetto Marco Mazza ha ottenuto proprio oggi ad Alessandria e che lo porta per la prima volta a raggiungere questa misura, le nostre due atlete Master, Silvia Molino e Francesca Iuri, hanno "bisticciato" con questo muro durante tutta la stagione con alterne vicende.
Francesca vanta un record italiano nella categoria F60 con 8.97 ottenuto il 10 settembre a Rieti, con cui migliorava il suo precedente primati di 8.91 di Tivoli (2 luglio) e ancora l' 8.90 di maggio a Borgaretto, ma i 9 metri restano fino ad oggi un tabù.
L'ambito obiettivo è stato invece finalmente raggiunto da Silvia Molino, che dopo un promettente 8.98 di due anni fa (e ben quattro gare oltre gli 8.90) che lasciava presagire grandi cose aveva avuto un progressiovo calo di prestazioni e soprattutto di fiducia in se stessa.
Ma finalmente oggi a Donnas Silvia ha centrato l'obiettivo al secondo salto con un magnifico 9.13 che rompe il ghiaccio e ipoteca futuri miglioramenti.
Un record corredato da un'ottima serie di salti a cavallo degli 8.90.
Nei 100m stagionale per il master Marco Merlo
Donnas 26 settembre
100: Marco Merlo 13.30 (0.0)
Disco / giavellotto / peso: Tonin Sokoli 26.86 / 33.10 / 12.25
80hs: Silvia Molino 15.74 (+1.1)
Triplo: Silvia Molino 9.13 (+1.0)
disco: Silvia Molino 21.18



L'Alfieri presente con un piccolo gruppo di atleti anche al 10° TRAIL DEL MOSCATO quest'anno, con il percorso da 10 km, inserito nel circuito Piemonte Parchi Montagna.
Paolo Musso taglia il traguardo in quinta posizione assoluta e terzo di categoria Master B con il tempo di 44.48 sui 10 km, dislivello 600 metri. Debora Ferro 14.ma assoluta e seconda donna col tempo di 49.38.
Presente anche Angelo Marchione, 70,mo assoluto e quindi punti peziosi per la società in quanto Master C.
Sui 21 km
con dislivello 1000 metri al traguardo Roberto Tomalino (1.52.12) e Danilo Curletti (2.26.29).
Sulla distanza più impegnativa, ben 54 km con dislivello di 2800 metri, Fabio Francia chiude in 6 ore 57'03"
(Debora Ferro)










Si è svolto al Palaindoor di Ancona nella settimana scorsa l’European Masters Athletics Festival For Silver Age, un Festival Europeo Master comprendente anche gare indoor, riservato alle categorie Over 60 maschili e femminili, con oltre 100 atleti provenienti da 11 diverse nazioni, alla presenza del Presidente Fidal Stefano Mei e del presidente dell’EMA (European Masters Athletics) Kurt Kaschke.
Tra i 10 convocati per l’Italia, a rappresentare il Piemonte la forte velocista Bruna Spano (Vittorio Alfieri Asti), categoria F70, che pur non avendo continuità nelle gare indoor, si rende grande protagonista riuscendo a piazzare ben 2 record italiani in altrettante gare di corsa. Inizia con i 60 metri fermando il crono sul 9.84, migliorando così il record della categoria F70. Si supera poi nei 200 metri, dove addirittura ferma il crono sul 34.01, migliorando di oltre mezzo secondo il precedente di 34.66.
Grandi prestazioni per la Spano, a coronamento di una stagione agonistica di livello assoluto nella quale aveva già fatto registrare altri records, dando anche il suo contributo alla crescita del movimento master della regione, con numerosi atleti (giovani e…meno giovani) che in questa stagione non ancora conclusa hanno ottenuto risultati di rilievo.
(di Vittorio Marchese)


Foto FIDAL MARCHE




QUATTROCENTISTI IN EVIDENZA ad Asti, nel meeting
infrasettimanale organizzato dalla Fidal giovedì 30 settembre.
Sul giro di pista buon esordio per Emanuele Steffenino che improvvisa sulla distanza con il notevole tempo di 52.3,
aprendo così nuove prospettive anche in questa gara, dopo le suo ottime prestazioni ottenute nella velocità.
Alle sue spalle grossi progressi cronometrici per gli allievi Alessandro Cheick e Diego Roasrio, entramvi tolgono 3 secondi ai propri porecedenti poersonali.
Nella foto il podio dei 400 maschili
E' ancora in forma l'allievo Stefano Monticone, dopo il balzo di qualità fatto segnare in questa stagione nel mezzofondo; in questa occasione Stefano si mette in prova sugli 800 metri.
Buone prestazioni arrivano anche sui 5000 metri, il migliore dei nostri è Jacopo Musso; progressi oltre le aspettative per Debora Ferro, per la prima volta sotto i venti minuti, una barriera mancata di poco da "Dom" Guglielminetti, che comunque va al personale sulla distanza.






BACK