Home..........................................TORNA AL 2018


 

 

 

 

MARZO 2018


<< Vittorio Alfieri presente alla 28a Nove Miglia di Bra, classicissima di inizio stagione della corsa su strada, di 15,4 km. Ottima prestazione di Fausto Liguori che taglia il traguardo in 55’44”, che gli vale il primato personale sulla gara e il 31° posto assoluto, al femminile Claudia Solaro è terza di categoria, quarto posto di categoria per Marilena Borretta >>.
(Claudia Solaro)
RISULTATI
31 LIGUORI FAUSTO 55:44:00
109 FISCHETTI RICCARDO 01:00:55
17 SOLARO CLAUDIA 01:05:04 55
VIARENGO ROBERTA 01:15:49
566 MARCHIONE ANGELO 01:24:45
588 VERCELLI CLAUDIO 01:29:18
129 BORRETTA MARIA MADDALENA 01:32:46





TESHALE ZANCHETTA CAMPIONE ITALIANO DI CROSS
Dal sito PROGETTO JUNIOR: https://it- it.facebook.com/progetto.junior.at.it
Gubbio, 11 marzo. <<
A Gubbio, questa mattina, Teshale ZANCHETTA si è aggiudicato il Titolo di CAMPIONE d’ITALIA di CROSS 2018 nella categoria Under 16.
Teshale si è reso protagonista di una gara attenta e tatticamente perfetta che alla fine gli ha permesso di aggiudicarsi l’ambìto titolo che proietta il giovane mezzofondista astigiano nell’elite giovanile nazionale.
Sotto lo sguardo attento di Coach Marco DAL ROVERE, ZANCHETTA ha controllato nelle prime battute di gara per poi provare a fare selezione a circa un chilometro dal termine. Nelle battute conclusive poi, il nostro portacolori si involato verso il traguardo che lo ha visto precedere il compagno di rappresentativa Elia MATTIO della Podistica Valle Varaita per una festa tutta piemontese che ha visto i giovani runners della nostra regione imporsi anche nella speciale classifica per Rappresentative oltre alla vittoria individuale e per Rappresentative nella prova femminile e dunque anche la classifica combinata a conferma di un movimento in continua crescita generale >>.
Foto di FIDAL COLOMBO/FIDAL




UN FANTASTICO TRIS PER FILIPPO IACOCCA
E' Campione piemontese Cadetti nel martello, disco e combinata lanci
Filippo Iacocca, figlio d'arte, ha aperto nel modo migliore la stagione 2018, aggiudicandosi domenica 18 al campo Ruffini di Torino tre titoli di Campione Piemontese nella categoria Cadetti, in cui ha esordito proprio in questa occasione.
In una mattinata disturbata dalle avverse condizioni metereologiche, Filippo ha inizato vincendo il martello, con una serie costellata da numerosi lanci nulli a causa della pedana scivolosa; ma il suo 44.64 ottenuto al terzo tentativo è bastato a lasciare a debita distanza (oltre 14 metri) il secondo classificato, il novarese Giani.
Filippo, che è l'ultimo gioiello uscito dalle fucine di Angelo Colasuonno, è stato indirizzato in questa specialità con largo anticipo rispetto alla sua età e in allenamento ha già superato i 50 metri, una misura che lo proietta, se ottenuto in gara, tra i migliori lanciatori cadetti italiani della specialità.
Dopo questo primo successo, Filippo ha indossato la maglietta di campione piemontese anche nella specialità del disco, dove non partiva certo favorito; questa doppia vittoria, combinata con il terzo posto nel getto del peso, gli assegna anche il primo posto regionale nella classifica combinata dei tre lanci.
Torino, 18 marzo, Campionati Piemontesi di lanci invernali Cadetti
Martello: 1) Filippo Iacocca 44.64 Campione Piemontese
Disco: 1) Filippo Iacocca 27.33 Campione Piemontese
Peso: Filippo Iacocca 10.36
Combinata lanci: 1) Filippo Iacocca 1937 Campione Piemontese



LA MEZZA DI TORINO
T
orino, 18 marzo. In una giornata di pioggia, vento e freddo brilla il sole in casa Alfieri: Jacopo Musso è ottimo ottavo assoluto (quarto italiano al traguardo) col nuovo personale di 1.13.51. Bob Musso è buon 11.mo assoluto, mentre Federico Tassone è ventesimo col personale di 1.20.01. Jacopo ha corso la prima parte di gara in compagnia delle keniane, per poi concludere in forte progressione. Ancora un'ottima prestazione per Monia Marchetti che si classifica tra le prime donne con un tempo appena superiore a 1ora 30'. (Paolo Musso)
Questi i tempi dei nostri classificati:
8) Jacopo Musso 1.13.51
14) Roberto Musso 1.16.49
26) Federico Tassone 1.20.02
180) Monia Marchetti 1.30.51
443) Adriano Bosticco 1.39.00
482) Vittorio Vaccaneo 1.40.00
615) Ruccio Andrea 1.42.39
821) Roberta Viarengo 1.47.26
833) Danilo Curletti 1.47.44
881) Domenico Guglielminetti 1.49.33
1372) Valeria Gaggioli 2.01.09
1373) Laura Mo 2.01.10
L'unico rammarico è la mancanza di un quarto piazzamento di valore in campo maschile (sui primi quattro si basa infatti la classifica di società), che ci avrebbe permesso di acquisire un punteggio di società forse decisivo nel Campionato di Mezza Maratona, già dopo questa seconda delle quattro prove.
Nelle foto i nostri migliori 4 al traguardo

..


Alba, 18 marzo, TEST DI PRIMAVERA
60m / lungo sl / 1200: Lorenzo Scaglia 9.0 / 3.85 / 5.13.4
lungo sl / 400: Luca Hassan 3.50 / 1.30.7


7° Trofeo GIAVELLOTTI TREVIGIANI
Conegliano (TV), 18 marzo: esordio stagionale per Pierdomenico Piazza (nella foto) che col giavellotto da 800gr ottiene la buona misura di 37.42.







LA VITTORIO ALFIERI E' QUARTA NELLA 24 X 1 ORA

Quarto posto per la Vittorio Alfieri (nella foto sul podio), sia in campo maschile che femminile, nella 44.ma edizione della Staffetta 24 x 1 ora che sabato 24 e domenica 25 marzo ha "intasato" all'inverosimile la pista e il perimetro del campo scuola di Asti.
Una prestazione, almeno con i maschi, al di sotto delle nostre possibilità per l'assenza di molti dei nostri atleti di punta che non ci ha permesso di raccogliere al termine più di 354 km, con un distacco di quasi 30 km dai vincitori, la Podistica di Torino che fa doppietta con entrambe le categorie.
Chi dei nostri ha corso ha comunque reso al meglio delle sue possibilità e l'aver battuto quasi allo sprint le formazioni del Pam Mondovì e della Ferrero di Alba per le posizioni al piede del podio va anche oltre le nostre speranze della vigilia.
A livello individuale protagonista indiscusso delle 24 ore è stato Jacopo Musso con una prestazione (17,461 km) che è la seconda assoluta in campo maschile, è record personale ampiamente migliorato ed e' soprattutto il record di famiglia, battuto il personale di 17,302 del papà Paolo.
Ancora ottime prestazioni individuali, oltre i 16 km, per Emanuele Ladetto (16,720), Fausto Liguori (16,440) e per il trio Bouchard Nicholas, Federico Tassone e Davide Elli, tutti racchiusi in un fazzoletto di 10 metri. E' ancora una volta Monia Marchetti, che supera i 14 km, la nostra migliore in campo femminile.
Il successo, se non è venuto in pista, è comunque arriso a livello organizzativo alla nostra società, che ancora una volta ha raccolto molti complimenti da parte delle altre compagini presenti a questa indimenticabile manifestazione.


ANCORA UN SUCCESSO PER PAOLO RISSONE
E' Campione Piemontese di martellone
Dopo il titolo italiano nel lancio del martello indoor Paolo Rissone (nella foto) si "accontenta" di un titolo di Campione Piemontese nel Martello con maniglia corta (martellone) trionfando domenica 26 a Novara con un lancio di 15.05, sua seconda prestazione di sempre.
Nella stessa gara buon quinto posto per Roberto Gianotti con 11.43, Roberto si rifà poi nel martello, gara però non valida per l'assegnazione del titolo piemontese, con un lancio vincente di 45.23.
Risultati dei campionati piemontesi di Pentathlon Lanci e Martellone
Peso, Disco, Martello, Giavellotto, Martello MC

M50: 2) Paolo Rissone 2650 punti (9.36, 28.41, 40.75, 20.50, 15.05)
M40: 1) Roberto Gianotti 2534 punti (10.43, 25.29, 45.23, 24.25, 11.43)



FRANCESCA JURI QUARTA AI CAMPIONATI EUROPEI MASTER
Madrid, European Master
Non è bastato per Francesca Juri avvicinare il suo record nazionale di triplo master per salire sul podio alla rassegna europea ospitata a Madrid la scorsa settimana.
Francesca, detentrice del record italiano F55 con 9.46 e fresca campionessa italiana indoor ad Ancona con 9.29, ha conquistato un onorevole quarto posto venerdì 23 marzo con un salto di 9.41 al terzo tentativo, confermato dal 9.37 del quarto e da una serie tutta al di là dei nove metri. Per il podio serviva un salto di 9.56 ottenuto dalla finlandese Savolainen proprio all' ultimo tentativo, quando la nostra atleta già sentiva profumo di medaglia di bronzo.
Per Francesca c'è anche un sesto posto ottenuto due giorni prima nel salto in alto con la misura di 1.31.