Home..........................................TORNA AL 2018


 

 

 

 

GIUGNO 2018

 

Il primo fine settimana di giugno, che per tradizione è il mese più ricco di appuntamenti sportivi, ha visto i nostri atleti impegnati su diversi fronti sia su pista sia su strada e non solo in ambito regionale.
Iniziamo dal profondo sud e precisamente dalla città di Agropoli (Salerno), sede tra il 1° e il 3 di giugno dei Campionati Italiani Juniores e Promesse su pista.

STRATTA e FILIPPA AI NAZIONALI JUNIORES

Dei nostri quattro biancoverdi che avevano acquisito il diritto di partecipare alla rassegna nazionale solo Federico Filippa (martello) e Davide Stratta (asta) hanno affrontato la lunga trasferta di quattro giorni che ha portato tecnici ed atleti in Campania. A questo appuntamento hanno rinunciato, per motivi di studio e lavoro, Giorgio Gioanola (salto in lungo Juniores) e Mariam Guadagnin (martello Promesse).
Erano poche o quasi nulle le ambizioni di podio per i nostri, impegnati venerdì 1 giugno contro i migliori coetanei italiani, ma, come evidenziato in più occasioni, la partecipazione a queste manifestazioni è già un successo che premia chi riesce ad ottenere i rigidi minimi di ammissione. I risultati e i piazzamenti dei due ragazzi
(nella foto) sono apparsi complessivamente in linea con le aspettative.
Nell'asta Juniores 19.mo posto per Davide Stratta che ha superato l'asticella a 3.80 al primo tentativo per poi spegnersi sul successivo attacco ai 4 metri, misura vicina al personale dell'atleta di 4.05. Il titolo è stato assegnato al vicentino Andrea Marin con la notevole misura di 5.26.
Nulla da fare anche per Federico Filippa contro i lanciatori di pari età, capaci di superare nel martello i 70 metri (71.80 la misura del vincitore). Federico completa le tre prove a sua disposizione con un lancio di 43.69 al secondo lancio, non lontano dal 46.47 che lo aveva qualificato per Agropoli.



A livello organizzativo la
VALMASTI TRAIL, ideata e realizzata con grande
maestria da Michele Anselmo, si è rivelata un successo che è andato oltre le speranze della vigilia. Ecco com'è andata nelle parole di Claudia Solaro:
<< La prima edizione del ValmastiTrail va in archivio con numeri da capogiro, oltre ogni più rosea aspettativa degli organizzatori, il team composto da rappresentanti di tre società astigiane, la Vittorio Alfieri Asti, il DLF e la Gate Cral Inps, coadiuvato a livello tecnico dalla società di mountain bike Sensa Fren.
La formula dei due percorsi, la 21 km e la 8, poi diventata 9 per addolcirla un po' per i meno avvezzi alla specialità, sono stati un grande successo, così come i minitrail promozionali per bambini. Nei boschi di Valmanera sono stati ben 490 iscritti: 130 agonisti nella gara più lunga, 125 nella corta, ben 178 nella camminata non competitiva, numero esorbitante rispetto agli standard delle corse astigiane che abbinano gare per tesserati alla sezione ludico-motoria. Tantissimi anche i più giovani con 57 giovanissimi atleti in erba a cimentarsi nelle prove loro riservate e a ricevere, al traguardo, la speciale medaglia di legno della manifestazione.
Tutti i partecipanti hanno ricevuto un ricchissimo pacco gara, grazie al sostegno dei numerosi sponsor, su tutti da ricordare 958 Santero, Banca di Asti e Suzuki, che hanno supportato la prima edizione di un progetto ambizioso che si ripeterà, con la seconda edizione, sabato 1 giugno 2019.
Ricco anche il montepremi, con premi in natura che sono andati agli assoluti e ai primi tre di ogni categoria, premiati sul curioso podio allestito con tre tronchi di legno di diversa altezza, in perfetto stile naturale. Oltre alle competizioni, l'organizzazione ha pensato ad importanti dettagli di contorno, allestendo un interessante villaggio degli sponsor, presso il Rifugio Valmanera, dove l'Associazione Valmanera Viva ha servito la cena, accompagnata dalla buona musica dei Rubin Red. Una gran bella festa, con le immagini della competizione che saranno trasmesse da SkySport durante la trasmissione “Icarus”.
Venendo ai risultati agonistici, gli astigiani sono stati grandi protagonisti. Ad imporsi nella prova più lunga, la 21 km, è stato Jacopo Musso (nella foto sopra al traguardo) della Vittorio Alfieri che ha preceduto nell’ordine Silvio Gambetta del Boggeri Arquata Scriva e Fausto Liguori, anche lui portacolori della Vittorio Alfieri; al femminile successo per Stefania Simonelli della US Costigliole G.Giordano davanti a Patrizia Carnevale della Podistica Castagnitese e Debora Ferro ancora del sodalizio di Costigliole d’Asti.

La partenza

Solo astigiani sul podio della prova più corta, di circa 8 km, con al maschile il successo di Matteo Pia dell’Atletica Castell’Alfero, il secondo posto di Bruno Lasina della Brancaleone e il terzo posto di Rosario Ruggero della Mezzaluna, mentre al femminile la vittoria va a Cinzia Passuello della Brancaleone che precede Claudia Solaro della Vittorio Alfieri e Federica Laino del Dlf.
La gara più breve era valevole per il Campionato Provinciale di Corsa, mentre il lungo assegnava i titoli di campioni provinciali di Trail. Ad aggiudicarsi il titolo assoluto sono stati Jacopo Musso e Stefania Simonelli >>.
Risultati migliori dei nostri:
Km 21: 1) Jacopo Musso 1.43.27, 3) Fausto Liguori 1.49.27, 43) Davide Pinardi 2.20.50, 55) Monia Marchetti 2.25.57, 56) Enrico Cocca 2.25.59. 58) Danilo Curletti 2.26.38, 80) Silvia Gallo 2.40.53, 89) Luciano Oldano 2.47.22, 94) Eleonora Durante 2.53.12,
Km 8: 7) Federico Tassone 42.33, 10) Davide Elli 44.11, 24) Stefano Cossu 47.42, 26) Claudio Solaro 47.46



Rimaniamo in ambito MONTAGNA-TRAIL per ricordare altri avvenimenti di questo fine settimana che hanno visto impegnati i nostri:

Sabato 2 giugno a MELLE (Cuneo) la terza prova del Campionato Piemontese Giovanile di Corsa in montagna, dove abbiamo le sorelle Sara e Beatrice Carriero ancora tra le migliori in ambito regionale e Beatrice in lizza per il titolo Piemontese della specialità.
Risultati di Melle, 2 giugno
Esordienti AF: 4) Sara Carriero, 8) Anna Massano
Esordienti AM: 5) Giulio Ollino, 8) Alessandro Giordano
Ragazze: 2) Beatrice Carriero 6.40
Ragazzi: Muluken Lombardo 6.25, 22) Mattia Barrui 6.43
Cadetti: 3) Girma Lombardo 16.11, 16) Simone Alberti 18.45
Allievi: 13) Luca Amato 23.15, 24) Francesco Toniolo 26.57


Ancora un successo per ERICA GH
ELFI che troviamo sabato 2 giugno alla 12^ MONVISO VETICAL RACE, corsa in (durissima) salita sulla distanza di 3.8 km con un dislivello di 1000 metri, da cui il nome di KM VERTICALE.
Piazzamento e risultato di prestigio per Erica, che si classifica tra i migliori 15 tempi assoluti in 44.15 sui 146 atleti che hanno portato a termine la gara e con con quasi tre minuti di vantaggio sulla seconda classificata, Jessica Tieni dell'Atletica Susa.

<< Non c'’è record nella gara femminile (Camilla Magliano 43’36”), ma la prestazione della vincitrice è di valore tale da assegnarle la 15° piazza assoluta…categoria femminile in sempre maggiore evidenza. Erica Ghelfi (Vittorio Alfieri Asti) sembra danzare anche nelle pendenze più estreme e raggiunge la cima in 44’15”>> (dal sito www.campioni.cn)


Torniamo alla pista per evidenziare i successi di prestigio ottenuti dai nostri Master ai Campionati Italiani di categoria dedicati alla prove multiple e alle sataffette

MASTER: ORI PER ANTONELLA GIULIVI E LA STAFFETTA SVEDESE
La 4x100 Maschile è di bronzo

Arezzo, 2-3 giugno, Campionati Italiani Master Staffette e Prove Multiple
Risultati e successi di altissimo livello per i nostri Master, impegnati ad Arezzo nella prima fase dei Campionati Nazionali Master.
Pochi, ma decisamente buoni, i nostri master intascano due titoli di Campione Italiano con i collaudati Antonella Giulivi
(nella foto sul podio) e la Staffetta Svedese, già vittoriosi nelle passate edizioni.
Per la staffetta maschile 4x100, con gli stessi elementi della Svedese, sia pure in ordine diverso, c'è anche una medaglia di bronzo.
Antonella, non nuova ad imprese di questo genere, domina l'eptathlon F40 lasciando ad oltre 500 punti la seconda classificata, la pistoiese Pregazzi, e avvicina il personale di 4400 punti fatto segnare tre anni fa ad Ancona nella stessa occasione.
I "ragazzi" della Svedese migliorano il record provinciale M55 stabilito nel 2015 col tempo di 2.24.27.
Nella gara decathlon impegnati i nostri due specialisti che si comportano molto bene, anche se non riescono a salire sul podio. In questa specialità, dove l'obiettivo primario è quello di portare a termine le due giornate di gara senza infortuni, Andrea Fassio e Piero Rolfi risalgono le posizioni che li vedevano alla vigilia non tra i favoriti: Andrea sfiora il bronzo per pochi punti, migliorando però il personale stabilito un anno fa a Regensburg, mentre Piero avvicina il suo totale di 4171 punti ottenuto nella stessa occasione nel luglio del 2017.
Anche nelle staffette la Vittorio Alfieri vanta una tradizione collaudata, in particolare la nostra staffetta Svedese è imbattuta in ambito nazionale dal 2014 e, dopo l'oro conquistato un anno fa nella categoria M65, i nostri si mettono al collo lo stesso metallo nella categoria M55, vincendo di strettissima misura: al traguardo solo 14 centesimi, vale a dire meno di un metro dopo 1000 metri di gara, li separano dai liguri del CUS Genova di pari età. E' questo il quinto titolo consecutivo conquistato dai nostri staffettisti della svedese, il primo però senza Luciano Mazzetto bloccato quest'anno da problemi fisici.
La 4x100 è di bronzo, ottimo il tempo di 51.29 fatto segnare in gara dai nostri che mancano l'argento per pochi centesimi.
Nella foto i vincitori della Svedese sul podio.
Risultati
3 giugno: Eptathlon F40: 1) Antonella Giulivi 4243 punti (Campionessa Italiana)
200 m., 800 m., 80 Hs, Alto, Lungo, Peso, Giavellotto: 28.67 (-1.8), 2:53.60, 12.89 (2.9), 1.39, 4.76 (1.6), 7.76, 25.58
2-3 giugno: Decathlon M60: 4) Andrea Fassio 4068 punti
100 m., 400 m., 1500 m., 100 Hs, Alto, Asta, Lungo, Peso, Disco, Giavellotto: 16.18 (0.8) / 368 1:18.84 / 279 6:35.41 / 482 23.99 (1.3) / 232 1.39 / 636 1.80 / 255 3.44 (3.0) / 352 8.51 / 523 31.45 / 532 26.67 / 409
2-3 giugno: Decathlon M45: 6) Piero Rolfi 4160 punti
13.74 (-0.8), 1:05.54, 6:07.92, 21.09 (0.4), 1.45, 2.90, 4.63 (-0.2), 7.98, 19.07, 26.04
3 giugno, Staffetta Svedese M55: 1) Vittorio Alfieri (Franco Povero, Marco Merlo, Giuseppe Li Santi, Roberto Amerio) 2.23.11 (Campioni Italiani)
2 giugno, Staffetta 4x100 M55: 3) Vittorio Alfieri (Franco Povero, Roberto Amerio, Marco Merlo, Giuseppe Li Santi) 51.29



Domenica 4 giugno a Biella FILIPPO IACOCCA 52.52 nel martello, una spanna oltre il suo precedente record di 52.13 stabilito il mese scorso ad Asti. Con questa misura il figlio di Antonio consolida il suo quarto posto nelle graduatorie nazionali cadetti di questa stagione e soprattutto il primo posto per i nati del 2004, primo anno cadetti.
Lo vediamo in foto alla premiazione dei recenti Campionati Studenteschi Regionali dove ha vinto il peso con il suo personale di 12.23.
La gara era valida quale Campionato di Società Cadetti, nel quale quest'anno la nostra società non è in grado di essere rappresentata a livello di squadra, è una stagione così.
A Cuneo (2 giugno) e a Biella (3 giugno) si è quindi gareggiato a livello individuale.

Altri risultati Cadette:
3 giugno, Biella:
Giavellotto: Elisabetta Rogolino 9.82
2 giugno, Cuneo:
L
ungo: Federica Parigi 5.06 (-2.0), Francesca Bassignana 4.48 (+0.6)
Alto: Federica Parigi 1.49, Francesca Bassignana 1.30




JOSEPH TWUMASI 11.35 SUI 100 nel meeting "Città di Borgomanero" (Novara) sabato 2 giugno, l'allievo ottiene anche sui 100 piani il minimo di partecipazione ai Campionati Nazionali di categoria, dopo quelli dei 200m e dei 400m.
A Rieti Joseph si schiererà sulle due distanze minori dove può giocare meglio le sue carte con concrete speranze di finale.
100m: Joseph Twumasi 11.35 (+0.6), Serra Massimiliano 12.20 (-0.4, Giacomo Andina 12.21 (-1.3)



In questo fine settimana denso di avvenimenti in giro per l'Italia non dimentichiamo Laura Mo e Valeria Gaggioli
(nella foto) in gara nella "Cortina-Dobbiaco Run" sulla distanza di 30 km portata a termine in 3 ore 15.37.









Mercoledì 6 giugno a Pomaretto (Torino) ancora un'impresa di Erica Ghelfi che vince la 5^ prova del Circuito Dynafit Vertical Sunsets, fermando il cronometro a 24'42" e chiudendo in 8^ posizione Assoluta.
Il suo crono è il nuovo record del percorso che fino a questa sera era della Vicecampionessa italiana di Vertical Camilla Magliano. Terza tra le ragazze e 26.ma assoluta è la sorella Francesca in 26.14.8.
Domenica prossima a Saluzzo le due ragazze saranno impegnate nei Campionati Italiani di Corsa in montagna, prima prova con salita e discesa e buone speranze di classifica tra le migliori specialiste italiane. In campo anche Jacopo e Roberto Musso insieme a numerosi altri nostri (specialisti e non).

Nella foto Erica alla premiazione di Pomaretto




LA MONTAGNA SORRIDE AI NOSTRI SCALATORI
A Saluzzo, nella prima prova dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna, Erica Ghelfi è ottava assoluta, Francesca seconda tra le Promesse, la squadra femminile è quinta in Italia
. Jacopo Musso il migliore dei nostri al maschile.
Sole e pubblico per la prima prova tricolore di corsa in montagna, ospitata dalla cittadina piemontese su un tracciato inedito che si snoda per buona parte tra le strette e ripide vie del centro storico. Arrivano grandi soddisfazioni per i nostri colori, soprattutto dal gruppo femminile: Erica e Francesca Ghelfi
(nella foto) erano impegnate per la prima volta in una competizione ad alto livello con tutte le migliori specialiste nazionali della montagna e non hanno certo deluso le aspettative.
Un percorso di 11,8 km pari a due gir
i molto impegnativi con un dislivello totale di 564 metri. Erica parte come sempre guardinga, è 16.ma al primo rilevamento, poi comincia la rimonta sulle avversarie che la porta al traguardo all'ottavo posto assoluto e al primo tra le piemontesi. La prova di Saluzzo è la prima delle due valide per l'assegnazione del titolo nazionale, che verrà definito solo dopo la seconda prova di Tavagnasco (Torino), dedicata alla sola salita, mentre quella odierna è un misto di salita e discesa. Quindi Erica non potrà che migliorare, vista la sua predisposizione ai percorsi lunghi, ripidi e ancor meglio se privi di tratti in discesa.
Peraltro la ragazza con la prova di oggi si mette al collo il titolo di campionessa piemontese assoluta di corsa in montagna, avendo vinto due delle tre prove previste per l'assegnazione del titolo (Varzo ad aprile e quella di oggi a Saluzzo).
Ancora più interessante la situazione della sorella Francesca, abituata a chiudere le corse alle spalle di Erica, ma che oggi si ritrova al secondo posto in Italia nella categoria Promesse, essendo giunta al traguardo solo un minuto dopo la vincitrice, Lorenza Beccaria di Saluzzo che guida la classifica provvisoria. Si apre così per Francesca la possibilità di salire sul podio tricolore nella categoria Promesse, e non è detto che si debba puntare solo al terzo gradino, che sarebbe comunque un grande successo personale. Tutto dipenderà dalla seconda prova di luglio a Tavagnasco a cui Francesca non dovrà mancare.
Ma non c'erano solo le sorelle Ghelfi a Saluzzo. La Vittorio Alfieri al femminile incamera, infatti, un prestigioso quinto posto (sia pur provvisorio) nelle classifiche nazionali di Società grazie alle prove di Monia Marchetti (terza nella categoria F45), di Roberta Viarengo e di Marilena Borretta, seconda nella categoria F60. La vittoria assoluta va alla favorita Alice Gaggi col tempo di 53.12.
La competizione maschile è stata dominata dai celebri fratelli Dematteis. Bernard vince in 43.56 sullo stesso tracciato delle donne, e Martin è terzo.
Jacopo Musso è ancora una volta il migliore dei nostri con un 40.mo posto in 51.16,
più indietro lo specialista della montagna Nicholas Bouchard. Federico Tassone, sempre alle prese col suo male di fegato, è all'esordio in questa dura specialità e chiude terzo tra i biancoverdi, poco davanti a Paolo Musso che conquista il primo posto tra gli M55.
Risultati
Km 11.8 Femminili: 8) Erica Ghelfi 56.44, 16) Francesca Ghelfi 59.31 (2^ Promesse), 46) Monia Marchetti 1.10.44 (3^ SF45), 67) Roberta Viarengo 1.20.14, 81) Marilena Borretta 1.31.22 (2^ SF60)
Km 11.8 Maschili: 40) Jacopo Musso 51.16, 78) Nicholas Bouchard 55.32, 103) Federico Tassone 58.01, 110) Paolo MUsso 58.44 (1° M55), 144) Riccardo Fischetti 1.02.53, 228) Domenico Guglielminetti 1.21.29
Società Femminili: 5) Vittorio Alfieri 171 punti
Società Maschili: 25) Vittorio Alfieri

FOTO



Notizie da tutti i campi:



A
Chivasso, 8 giugno, nella manifestazione serale in evidenza Graziano Ouattara negli 80 cadetti (nella foto al centro) e, nel lungo allieve, Chiara Della Mercede che il prossimo fine settimana sarà a Rieti a disputare i Campionati Italiani di categoria con Joseph Twumasi e Andrea Carriero.
Giacomo Andina
va al personale nei 100 piani.

Risultati
80 CI: Graziano Ouattara 10.20 (-0.6)
100m: Giacomo Andina 12.06 (-0.1), Giuliano Trivellin 12.69 (-0.1), Stefania Giulivi 14.89 (-0.2)
Alto: Beatrice Buzzi 1.50
Lungo: Chiara Della Mercede 5.18 (+0.4), Matilde Casale 4.85 (+0.3), Irene Merlo 4.11 (+0.2)
400: Filippo Pelissetti 53.40, Giuliano Trivellin 56.28


Sabato 9 giugno a Cuneo Beatrice Buzzi si ripete nell'alto superando 1.50 come il giorno prima a Chivasso


45.74 nel martello per lo Junior
Federico Filippa, domenica 10 a Novara. E' la sua seconda miglior prestazione di sempre.


A Fidenza (Parma) c'è il terzo posto nel martello per
Filippo Iacocca nell'incontro per Rappresentative Regionali Cadetti.
E' la prima convocazione
nella Rappresentativa Piemontese per Filippo, che accede alla finale con un lancio di sicurezza a 41.75 dopo due nulli, poi si migliora fino a 49.87 alla quinta prova, in una serie costellata di lanci nulli per l'eccessiva voglia di fare bene.


Un buon salto di 6.48 (vento +1.1) per
Roberto La Barbera domenica a Nembro (Bergamo) nel salto in lungo, nel corso dei Campionati Italiani Paralimpici; è la sua miglior prestazione del 2018.


Il quinto posto di Chiara Rabezzana nel lungo e di Beatrice Carriero nei 1000 (nelle foto) sono i migliori risultati ottenuti dai nostri giovanissimi ai Campionati Piemontesi Ragazzi, ospitati ad Asti domenica 10 giugno. Per entrambe si tratta del record personale: Chiara va per la prima volta oltre i 4 metri, mentre Beatrice ritocca il 3.26.0 ottenuto ai campionati studenteschi.
Al primato personale anche Gabriele Novara, che nei 60 piani raggiunge la finale dei secondi e per il fratello Gianmarco, sesto nel peso con 9.69. Piazzamento di rilievo anche per Matilde Cellino, sesta nel vortex.

Risultati:
60 Re: Roberta Presotto 10.17, Greta Vicini 10.47
1000 Re: 5) Beatrice Carriero 3.25.94
60hs Re: Agnese Longo 13.96
Lungo Re: 5) Chiara Rabezzana 4.08, Nicole Lucas 3.62, Denisa Pintilje 3.38
Vortex Re: 6) Matilde Cellino 23.31
60 Ri: Gabriele Novara 9.08 / 9.14 in finale
Lungo Ri: Federico Gaveglio 3.09
Peso Ri: 6) Gianmarco Novara 9.69


FOTO



Asti, 9 giugno, terza ed ultima giornata del GRAN PREMIO ESORDIENTI
Questi i risultati:
ESORDIENTI A (50hs, Vortex, 400m)
Lucas Mattia 9.9, 23.15, 78.1
Rabezzana Giacomo 10.4, 14.50, 86.2
Padula Mattia 10.6, 23.85, 89.3
Mangone Riccardo 12.1, 18.70, 99.8
Frontera Rossano NP, 16.85, 94.1
Hassan Luca Rit, 24.45, 82.8
Carriero Sara 10.2, 13.60, 81.4
Inzoli Alessia 10.3, 28.80, 88.0
Sciutto Matilde 10.5, 15.70, 92.1
Gabrielli Sara 10.7, 10.45, 99.9
Giulivi Giulia 10.8, 12.10, 85.9
Sartoris Louly 11.1, 16.05, 87.7
Sciutto Margherita 11.5, 12.75, 101.0

ESORDIENTI B (40m, Palla medica, 300m) Frontera Simone 9.0, rit
Porrino Matteo 9.7, 4.10, 71.1
Restivo Simone 10.2, 4.30, 75.3
Tus Tim 10.4, 3.65, 73.2
Vergani Pietro 11.0, 3.95, 79.9
Gramaglia Serena 8.9, 4.05, 59.6
Gabrieli Emma 9.8, 3.70, 70.5

ESORDIENTI C (40m, Palla Medica, 300m)
Marmo Simone 9.8, 3.80, 70.5
Gallo Francesco 11.1, 2.30, 77.3
Chochay Aurora 10.6, 2.40, 75.9



Due medaglie d'argento nello stesso giorno (sabato 16 giugno) in un Campionato Italiano, con Joseph Twumasi tra gli Allievi e con Teshale Zanchetta tra i Cadetti, dimostrano la grande vitalità del nostro settore giovanile.
Ecco i dettagli di questa bella giornata di gloria per i nostri colori:


JOSEPH TWUMASI E' D'ARGENTO AI NAZIONALI ALLIEVI
Secondo nei 200m e quarto nei 100m. Il
giavellotto di Andrea Carriero vola a 49.05
Rieti, 15-16 giugno.
Uno strepitoso Joseph Twumasi è stata la stella della nostra piccola, ma qualificatissima rappresentativa che in questo fine settimana ha preso parte a Rieti ai Campionati Nazionali Allievi.
Sceso nella cittadina laziale, considerata a ragione la capitale dell'atletica italiana, con i minimi di partecipazione in tre specialità (100, 200 e 400m) l'atleta è stato schierato da Stefania Giulivi sulle prime due distanze, con buone speranze di finale soprattutto sui 200m di sabato e la scelta si è rivelata vincente. Già venerdì 15, impegnato nei 100 piani con poche speranze, almeno alla vigilia, di passare il turno (era accreditato alla vigilia solo col 36.mo tempo tra gli iscritti), Joseph è andato oltre le più ottimistiche previsioni, compiendo un balzo di qualità nel momento più importante della stagione ed inserendosi nell'élite dei migliori velocisti italiani: reduce da un personale di 11.35 che gli aveva dato il pass per questa manifestazione solo otto giorni prima di Rieti, l'atleta si è espresso con un eccellente 11.04 in batteria, un miglioramento di oltre 3 decimi sul suo precedente miglior tempo sulla distanza. Vento regolare se non addirittura leggermente contrario (-0.3) e quarto tempo tra tutti i 45 allievi al traguardo; quin
di passaggio immediato alla finale della serata, dove il nostro atleta si è ancora migliorato con 11.02 (-0.2), sfiorando il terzo gradino del podio per soli 2 centesimi.
Si tratta del nuovo record provinciale Allievi che migliora ampiamente il 10.9 manuale di Claudio Marchisio datato 1982 e l'11.16 elettrico di Marco Ferrero del 1990.
Nello stesso momento era in pedana nel giavellotto Andrea Carriero, sceso a Rieti con un personale di 47.29. Andrea ha esordito con un grande lancio di 49.05 che migliora di un paio di metri il suo record di maggio, poi una seconda prova, giudicata molto discutibilmente nulla, superiore ai 50 metri, per finire con un 45.97; finale preclusa per il nostro atleta che si piazza al centro del gruppo, 17.mo su 34 coetanei, per la finale servivano 54 metri.
Nelle stese ore era in pedana nel lungo anche Chiara Della Mercede, che si era assicurata questa partecipazione con un salto di 5.30, ottenuto quasi allo scadere la scorsa settimana a Chivasso.
Una prestazione che, se ripetuta a Rieti, le avrebbe permesso di accedere alla finale delle migliori 12 allieve; l'atleta si ferma però a 5.06 alla seconda prova (vento +0.9) che le dà il 29.mo posto in classifica su 37 atlete.
E' comunque sempre una soddisfazione poter dire "c'ero anch'io" e confrontarsi con i migliori atleti italiani di pari età.
Per nulla appagato dalla prova maiuscola di venerdì, Twumasi è nuovamente sceso in pista il giorno dopo sui 200 illuminando i turni preliminari del mattino con una grande prestazione cronometrica: 21.84 il suo tempo nella vittoriosa seconda batteria, che gli assegna il miglior crono di questo turno preliminare. Purtroppo un filo di vento appena superiore al lecito (+2.1) non può validare questa prestazione, che è ben al di sotto del personale "regolare" dell'atleta di 22.54, tempo che costituisce per ora il record provinciale Allievi, cancellando il 22.66 di Mauro Graziano. Nelle prime ore del pomeriggio grande attesa per la finale, che vede Joseph un po' titubante alla partenza dai blocchi, una indecisione che gli costa il titolo italiano: al traguardo è infatti secondo per soli 5 centesimi dietro al milanese Previtali, confermandosi con 21.89, anche questa volta con troppo vento (+2.8).
Pure sui 200m Twumasi era accreditato alla vigilia della 13.ma prestazione nelle liste nazionali, e termina sul secondo gradino del podio. Una trasferta che innalza il nostro giovane velocista in una nuova dimensione, a livello dei migliori velocisti italiani.

Nelle foto Josweph Twumasi alla partenza, Andrea Carriero impegnato nella gara di giavellotto ed il fotofinish dell'arrivo della finale dei 200 metri con il nostro atleta (in primo piano) ad un soffio dal successo.


TESHALE ZANCHETTA CADETTO D'ARGENTO
In questo fine settimana ricco di successi ad alto livello per i nostri colori Teshale Zanchetta sfiora a Lanzada (Sondrio) un'altra grande impresa, mancando di un soffio la conquista del titolo italiano Cadetti di Corsa in Montagna. Sarebbe stato il terzo titolo di Campione Italiano del 2018, dopo quelli del cross e della staffetta in montagna con il compagno di squadra Girma Lombardo. Vittoria mancata di un soffio, infatti il nostro atleta è classificato alle spalle del vincitore, il lombardo, Zen, con lo stesso tempo di 12.54; una vittoria quindi decisa allo sprint, come pure allo sprint è stato assegnato il terzo gradino del podio e anche qui i piemontesi hanno avuto la peggio con il cuneese Elia Mattia, quarto a parità di tempo (13.07) con il terzo.
Più staccati gli inseguitori, tra i quali si distingue il nostro Girma Lombardo, che prendeva parte alla manifestazione a titolo individuale e che ha tagliato il traguardo al settimo posto in 14.00 sui 26 cadetti classificati provenienti da ogni parte d'Italia.



Ma non finisce qui. A Borgaretto (Torino) sono di scena i
Campionati Piemontesi Juniores
dove Federica Bombara nel salto triplo e Davide Stratta nell'asta salgono sul più alto gradino del podio indossando la maglietta di C
ampione Regionale.
Federica Bombara onora la vittoria con un nuovo record personale, superando per la prima volta il muro degli 11 metri in due occasioni. Dopo due nulli iniziali l'atleta regola la rincorsa e con 10.96 ritocca il personale, subito migliorato da un balzo di 11.09 al quarto tentativo e confermato dall'11.06 alla quinta prova.
Davide Stratta non si è ancora completamente adattato alla nuova asta da 170 libbre, ma gli è bastato superare un normale (per lui) 3.80, dopo il successo a 3.60 con la vecchia asta, per aggiudicarsi il titolo regionale.
Nelle foto i due Campioni Piemontesi Juniores

Risultati di Borgaretto, Campionati Piemontesi Juniores
Triplo: Federica Bombara 11.09 Campionessa Piemontese Junior
Asta: Davide Stratta 3.80
Campione Piemontese Junior
Alto: Beatrice Buzzi 1.40
100hs: Beatrice Buzzi 16.79 (-1.0)
Domenica 17 in pista solo Ginevra Cornero sui 400hs che paga a caro prezzo una indecisione sull'ultimo ostacolo quando era lanciata verso un nuovo personale. Il suo tempo: 72"11.



.... ancora un titolo regionale in questo week end di gloria:


LE SORELLE GHELFI REGINE DELLA MONTAGNA
Castiglione Ossola (Verbano-Cusio-Ossola), 17 giugno.
Campionato Regionale di Staffette di corsa in montagna.
Non poteva mancare l'ennesimo successo per Erica e Francesca Ghelfi che a Castiglione Ossola hanno dominato la prova dei Campionati Piemontesi a Staffetta di corsa in montagna, infliggendo oltre un minuto alla squadra della Val Varaita e più di quattro alle terze classificate, l'ASD Bognanco di Verbania.
Inizia Erica che completa la sua frazione in 28.06, 20" di vantaggio sulla forte Elena Bagnus e 33" sulla fortissima Paola Varano; la sorpresa arriva dalla sorella Francesca che forse per la prima volta fa meglio di Erica, sia pur di soli 4" e chiude in 28.02 che resta il miglior tempo della giornata.
Al traguardo:
1) Erica e Francesca Ghelfi 56.08 Campionesse Piemontesi
Seguono la Pod. Valvaraita in 57.12 e l'ASD Bognanco in 1.01.15
Nella foto Erica e Francesca alla premiazione

In campo maschile Paolo Musso schiera due formazioni con il solo obiettivo di intascare punti preziosi per la classifica di società.
Al traguardo:
15) Jacopo Musso, Enrico Cocca, Christian Dal Col 1.30.37 (24.30+33.14+32.53)
27) Paolo Musso, Gianni Guolo, Domenico Guglielminetti 1.39.49 (27.58+34.51+37.50)

Altre FOTO di Paola Musso


....... ma anche gli atleti DIVERSAMENTE GIOVANI non stanno a guardare

LE GIRLS DELL'ALFIERI CAMPIONESSE PIEMONTESI
I maschi secondi. Nuovo record italiano per Francesca Juri
A Borgaretto era infatti in programma la fase regionale del
Campionato di Società Master, categoria in cui la Vittorio Alfieri vanta una decennale tradizione di successi in campo piemontese. Nella serata di domenica la squadra Femminile regala alla Vittorio Alfieri un titolo di Campione Piemontese di Società, la ciliegina sulla torta a coronamento di due giornate da non dimenticare.

La manifestazione, oltre ad assegnare i titoli di Società, serve anche e soprattutto per qualificare le 24 società italiane che a fine settembre a Modena si affronteranno nella finale nazionale.
Un onore, quello della promozione alla finale nazionale, che la squadra maschile non manca da 15 stagioni (precisamente dal 2003) e quella femminile da sei.
Dopo la prova di oggi possia
mo affermare che la serie continua. Infatti, in termini di punteggio, sia con i maschi, sia con le ragazze,
abbiamo fatto meglio del 2017, anno in cui entrambe le formazioni sono scese a Montecassiano alla finalissima.
L' unico rammarico è che i maschi sono stati battuti in regione da
gli Amatori Master di Novara, ed è la prima volta che questo succede da almeno dieci anni. A consolazione di questo evento diciamo che il 95.enne Antonio Nacca ha portato alla società novarese, nelle due gare disputate, l'esagerazione di 3485 punti, il che ci fa dubitare fortemente sulla correttezza delle tabelle di punteggio adottate in Italia per il settore master.
A Borgaretto partecipazione massiccia dei nostri master, non stiamo a parlare di risultati che con il passare degli anni diventano sempre più difficili da confermare, ma ci sono atleti che pare abbiano fermato il tempo.
Oggi
Francesca Juri ha migliorato il già suo record nazionale di salto triplo F55 portandolo da 9.46 a 9.53 al secondo salto, subito confermato dal 9.52 della terza prova (nella foto)

Risultati delle due giornate. In ogni gara le prestazioni sono inserite in ordine di punteggio decrescente.
Tra parentesi (in neretto) i punteggi oltre i 750 punti.

RISULTATI sabato 16 giugno
100m Ma: Giuseppe Li Santi 12.67 (+0.3), Luciano Mazzetto 18.34 (+0.7), Francesco Povero 14.46 (+1.4), Alessandro Marengo 14.63 (+1.5), Antonio Cirone 13.53 (+1.7)
400m Ma: Gaetano Bonifacio 58.40 (755), Andrea Pavia 61.67
1500m Ma: Christian Dal Col 5.14.88
Alto Ma: Giulio Omedè 1.51 (895), Andrea Fassio 1.36, Piero Rolfi 1.39
Triplo Ma: Giulio Omedè 10.01 (+1.4) (778)
Martello Ma: Paolo Rissone 38.24
Giavellotto Ma: Toni Sokoli 33.76, Piero Rolfi 27.10
4x100 Ma: Povero, Amerio, Merlo, Li Santi 51.06 (808)
100 Fe: Silvia Binello 15.01 (+1.2) (760), Stefania Giulivi 14.51 (-0.1), Gabriella Zunino 14.82 (+1.2)
400 Fe: Rossana Raviola 1.10.19
1500 Fe: Marina Valfrè 6.45.67
Lungo Fe: Antonella Giulivi 4.90 (+0.3) (771), Silvia Molino 3.77 (+0.9)
Peso Fe: Nella Lomater 7.38, Barbara Carrai 7.26
Martello Fe: Barbara Carrai 25.06, Nella Lomater 21.87, Luisella Novelli 17.38
4x100 Fe: Juri, Giulivi A, Spano, Binello 59.56 (911), Molino, Zunino, Giulivi S, Raviola 58.10
RISULTATI domenica 17giugno
200m Ma: Gaetano Bonifacio 26.33 (+0.59) (769), Marco Merlo 26.35 (+1.3) (767), Giuseppe Li Santi 26.40 (+1.3) (762), Franco Povero 30.27 (+0.8), Antonio Cirone 27.57 (+1.3), Andrea Pavia 27.92 (
+1.3)
800m Ma: Vincenzo Ippolito 2.15.42
5000 Ma: Francesco Cipolla 20.08.54, Giovanni Damasio 22.54.54,
Massimo Matrone 21.06.80
Lungo Ma: Roberto La Barbera 6.41 (+0.9) (1057), Piercarlo Molinaris 4.36 (831)
Peso Ma: Tonin Sokoli 12.31 (894), Paolo Rissone 9.20
Disco Ma: Andrea Fassio 32.33, Gaetano Glorioso 26.28
4x400 Ma: Merlo, Amerio, Pavia, Bonifacio 4.11.03
200hs Ma: Roberto Amerio 30.51
200 Fe: Silvia Binello 31.78 (+0.3), Stefania Giulivi 31.14 (0.0), Celestina Piazzolla 32.59 (0.0)
800 Fe: Manuela Dal Col 2.40.92
3000 Fe: Paola Semprini 13.53.50
Alto Fe: Francesca Juri 1.35 (942), Sabina Dell'Angelo 1.23
Triplo Fe: Francesca Juri 9.53 (+0.6) (931) Record Italiano, Silvia Molino 8.46 (+0.6)
Disco Fe: Marirosa Auteri 16.46, Celestina Piazzolla 18.07, Luisella Novelli 14.53
Giavellotto Fe: Marirosa Auteri 18.72, Antonella Giulivi 25.52
4x400 Fe: Raviola, Marchetti, Zunino, Dal Col 4.52.93
Società Maschile: 2) Vittorio Alfieri punti 12539
Società Femminili: 1) Vittorio ALfieri punti 11356 Campione Piemontese di società



Altre FOTO di Borgaretto


5 TITOLI PROVINCIALI, ZANCHETTA-RECORD
Asti, 23 giugno. Nella terza ed ultima giornata dei Campionati Provinciali Giovanili la Vittorio Alfieri intasca cinque vittorie e un record provinciale Cadetti per merito del Campione Italiano di Cross e di Staffetta in Montagna Teshale Zanchetta (nella foto col compagno Girma Lombardo), che corre in solitaria i 2000 metri abbassando con 5.56.19 il record provinciale di categoria che già gli apparteneva col 5.58.01 di un anno fa.
Si tratta del miglior tempo stagionale Cadetti ottenuto in Piemonte e del secondo in Italia per l'anno in corso. Si tratta anche del minimo di ammissione ai campionati Italiani Cadetti di ottobre, e con Filippo Iacocca nel martello abbiamo già due atleti qualificati per questo importante appuntamento.
Doppietta biancoverde nel salto in alto femminile con Chiara Rabezzana, prima tra le Ragazze, e Federica Parigi vittoriosa tra le Cadette, entrambe con il nuovo record personale. Una doppietta anche per Filippo Iacocca che, in assenza della sua specialità preferita (il martello), si consola con due vittorie nel peso e nel disco, in quest'ultima prova migliorando il personale di oltre tre metri.
A livello assoluto erano in programma due gare interessanti. Nei 400 piani Joseph Twumasi, dopo le grandi imprese compiute nei recenti Campionati Italiani Allievi, ritornava a provare sul giro di pista, dove vanta un 50.88 della passata stagione; dopo aver ottenuto tempi di passaggio in linea con le aspettative (23.7 ai 200 e 36.5 ai 300m), una inspiegabile flessione negli ultimi metri gli ha impedito di abbattere il muro dei 50"0, per l'atleta c'è "solo" il personale eguagliato. Alle sue spalle si migliora anche Alessandro Iacocca.
Per finire col salto con l'asta, dove Davide Stratta torna oltre i 4 metri, misura superata per la seconda volta in carriera dopo il 4.05 di febbraio, poi abbiamo tre biancoverdi oltre i 3 metri con primati personali per l'allievo Giuliano Trivellin e per il master Piero Rolfi.

RISULTATI
300 Ce: Francesca Bassignana 49.48
Alto Ce: 1) Federica Parigi 1.53, Francesca Bassignana 1.20
2000 Ci: 1) Teshale Zanchetta 5.56.19 RECORD PROVINCIALE, Girma Lombardo 6.18.75
Peso Ci: 1) Filippo Iacocca 12.21
Disco Ci: 1) Filippo Iacocca 30.82
60 Re: Chiara Rabezzana 9.01, Elisa Pavese 9.53, Nicole Lucas 9.72, Agnese Longo 11.06
Alto Re: 1) Chiara Rabezzana 1.28
Vortex Re: Matilde Cellino 25.79, Elisa Pavese 23.08, Nicole Lucas 22.33
60 Ri: Gabriele Novara 9.26
Lungo Ri: Gabriele Novara 4.07
Vortex Ri: Gianmarco Novara 31.24
400m: Joseph Twumasi 50.88, Filippo Pelissetti 53.50, Alessandro Iacocca 55.10, Francesco Galluzzi 55.67, Gaetano Bonifacio 58.83, Massimiliano Serra 60.99, Christian Dal Col 61.50, Giuseppe Li Santi 61.74, Manuela Dal Col 1.13.55
800m: Vincenzo Ippolito 2.17.33
Asta: Davide Stratta 4.00, Filippo Pelissetti, Piero Rolfi e Giuliano Trivellin 3.00
Lungo. Roberto La Barbera 6.31 (-0.1)

FOTO



TWUMASI 22.14 (200m), PELISSETTI 15.14 (110hs)
Quattro vittorie biancoverdi nel Trofeo Franco Florio di Alba
Ad Alba, nella serata del 28 giugno, arriva una piena conferma per il giovane velocista Joseph Twumasi, dopo i recenti exploit ai Campionati Italiani Allievi di Rieti. Nel meeting in notturna in ricordo del fondatore dell' Atletica Alba, la Vittorio Alfieri conquista quattro vittorie individuali, la più prestigiosa è quella sui 200m per merito di Joseph che si impone con l'ottimo tempo di 22.14 (vento leggermente contrario) che conferma il suo 21.84 appena ventoso di Rieti.
Con questa prestazione l'allievo di Stefania Giulivi abbassa di 4 decimi il suo personale "regolare" che costituiva anche, fino ad oggi, il record provinciale Allievi e ottiene il terzo tempo di sempre in Provincia su questa distanza. Nella tabella sono elencati i migliori dieci specialisti dei 200m nella storia dell'atletica astigiana, dove i tempi manuali (risalenti agli anni 1987 e precedenti) sono stati rapportati a quelli elettrici equivalenti con l'aggiunta di 24/100 per uniformità di confronto.
Altra prestazione di assoluto rilievo (con relativa vittoria) è quella di Filippo Pelissetti, che sui 110hs Juniors frantuma il suo personale di 15.99 correndo in 15.14 che rappresenta ampiamente il minimo di partecipazione ai prossimi campionati Italiani Indoor di categoria (15.54 il tempo richiesto). Poco dopo Filippo si ripete sui 200 migliorandosi di quasi un secondo sulla distanza dal suo 24.28 di quest'anno.
Il terzo successo della giornata è firmato dal giavellottista allievo Andrea Carriero, vincitore con una misura per lui abituale.
Anche in campo giovanile arriva una vittoria per merito di Chiara Rabezzana
(nella foto sul podio), vincitrice della gara dei 60m Ragazze.
Vanno al personale anche Alessandro Iacocca e Massimiliano Serra sui 200 piani; in tarda serata, a conclusione della manifestazione, si mette in bella evidenza anche l'allievo Luca Amato con l'interessante tempo di 9.36.78 sui 3000 metri.

Nelle foto Joseph Twumasi e Filippo Pelissetti impegnati sui 200m, Chiara Rabezzana sul podio

RISULTATI
60 Ri: 1) Chiara Rabezzana 9.20, Gabriele Novara 9.20
600 Ci: Teshale Zanchetta 1.32.22
110hs Ai: Giuliano Trivellin 17.12 (-0.9)
Giavellotto Ai: 1) Andrea Carriero 44.42
Lungo: Roberto La Barbera 6.29 (+0.2), Matilde Casale 4.85 (0.0)
Peso: Irene Merlo 8.70, Nella Lomater 7.24
200m: 1) Joseph Twumasi 22.14 (-0.3), Filippo Pelissetti 23.43 (-0.4),
Alessandro Iacocca 24.81 (-0.1), Andrea Carriero 25.00 (-0.8), Massimiliano Serra 25.04 (-0.69,
Trivellin Giuliano 25.68 (-0.1)
3000: Luca Amato 9.36.78, Marco Bussolino 10.04.81, Nicolò Sciortino 10.37.72, Francesco Cipolla 11.50.20, Massimo Matrone 11.53.93
110hs Ju:1) Filippo Pelissetti 15.12 (-0.7)


A JACOPO MUSSO LA COCCORUN
Cocconato, 29 giugno. Doppietta per la Vittorio Alfieri alla seconda edizione della Coccorun: Jacopo Musso si impone davanti Emanuele Ladetto, tra i primi dieci anche Vincenzo Ippolito, sesto davanti a Paolo Musso.
Nella foto i primi due al traguardo.





MASTER: JURI E MOLINO REGINE AD AREZZO

Oro nell'alto (Francesca Juri) e nel triplo (Silvia Molino) ai Campionati Nazionali Master. Sette medaglie per i nostri ragazzi.
Nonostante l'assenza di alcuni "pezzi da 90" come Piercarlo Molinaris e Luciano Mazzetto e con un Paolo Rissone non ancora recuperato al meglio dopo un serio infortunio, il bilancio della trasferta ad Arezzo per i Campionati Italiani Master è ancora una volta molto positivo.
La Vittorio Alfieri si mette al collo sette medaglie, su tutte quelle d'oro di Francesca Juri e di Silvia Molino
(nelle foto), quest'ultima veramente inaspettata.
Francesca si aggiudica il salto in alto con l'ottim
a misura di 1.40, nonostante un infortunio muscolare che l'ha costretta a rinunciare il giorno dopo al salto triplo dove era la grande favorita in virtù del suo recente record italiano di categoria.
Nessun problema, però, perchè la vittoria in questa gara va alla compagna di squadra Silvia Molino, al suo primo successo importante in una manifestazione di Campionato Italiano.
Per Francesca è questo il suo 23.mo titolo di Campionessa Italiana Master conquistato in 15 anni di onorata carriera; solo un alloro in meno di Piercarlo Molinaris che guida questa speciale classifica in ambito sociale.
Ma non dimentichiamo le altre medaglie, a cominciare dalla doppietta di
Marirosa Auteri, seconda nel giavellotto e terza nel peso; poi ancora l'argento di Silvia Molino nel lungo e di Tonin Sokoli che con 13.03 nel peso si migliora di quasi un metro salendo sul secondo gradino del podio. Sfortunato il campione in carica Paolo Rissone, che si ferma ai piedi del podio sia nel martello (per pochi centimetri) sia nel martellone.
Non dimentichiamo poi i personali master (impresa sempre ammirevole con il progredire delle stagioni) di Giuseppe Li Santi nei 200m e del "maestro" Piero Rolfi, solo quinto nell'asta; per la prima volta Piero supera l'asticella a 3.05, ma la fortuna questa volta non lo assiste: nella sua categoria i tre posti sul podio sono prenotati da atleti tutti oltre i 4 metri.

Risultati Campionati Italiani Master, Arezzo 29 giugno - 1 luglio
Venerdì 29 giugno
Disco SF45: 4) Mariateresa Petrocelli 20.23

Disco SF35: 3) Rossana Raviola 21.78
Peso SM50: 11) Paolo Rissone 8.92
Peso SM60: 2) Tonin Sokoli 13.03
Sabato 30 giugno
Giavellotto SF65: 2) Marirosa Auteri 17.45
100m SF45: 11) Stefania Giulivi 14.58 (+0.6)
Alto SF55: 1) Francesca Juri 1.40 Campionessa Italiana
100m SM50: 18) Giuseppe Li Santi 12.75 (+0.7)
100m SM60: 11) Alessandro Marengo 14.67 (-1.0)
400m SM60: 8) Alessandro Marengo 1.12.81
Giavellotto SF45: 6) Mariateresa Petrocelli 17.54
400m SF35: 6) Rossana Raviola 1.09.22
Martello SM50: 4) Paolo Rissone 39.41
Asta SM45: 5) Piero Rolfi 3.05

Giavellotto SM45: 6) Piero Rolfi 26.24
Lungo SF40 : 2) Silvia Molino 4.01
Domenica 1 luglio
Peso SF65: 3) Marirosa Auteri 6.76
200m SF 45: 9) Stefania Giulivi 30.37 (+4.4)
200m SM50: 23) Giuseppe Li Santi 26.59 (+0.8)
200m SM60: 10) Alessandro Marengo 30.17 (+1.9)
Triplo SF40: 1) Silvia Molino 8.55 (+3.4) e 8.51 (+0.7)
...................................... Campionessa Italiana

Martellone SM50: 4) Paolo Rissone 13.65

Nelle foto le nostre medaglie ad Arezzo e
Piero Rolfi con i compagni di gara







NUOVI TECNICI

La Vittorio Alfieri ha tre nuovi tecnici.
Sabato 30 giungo Franci Cipolla, Marina Valfrè ed Elena Dugono hanno brillantemente superato gli esami acquisendo la qualifica di ISTRUTTORE DI ATLETICA LEGGERA.