Home..........................................TORNA AL 2018


 

 

 

 

AGOSTO 2018



Notizia da Fidal Piemonte:
<< In seguito alla ratifica del Consiglio Federale n.70 del 27/07/2018 si comunica lo scioglimento del Comitato Provinciale di Asti e la nomina del consigliere regionale Molinaris a commissario del CP.
Con ratifica del Consiglio Federale n.70 del 27/07/2018 della deliberazione del Presidente FIDAL n.18 del 30/05/2018 "Scioglimento del Comitato Provinciale di Asti - Nomina del Commissario" Ŕ divenuta effettiva la delibera del Consiglio Regionale FIDAL Piemonte numero 31/18 nella quale si nomina il Consigliere Regionale Pier Carlo Molinaris a commissario per il CP Asti.
Sciolto il Comitato Provinciale, il Commissario, dopo aver verificato che vi siano le condizioni, avrÓ 90 giorni di tempo per indire l'Assemblea Provinciale Straordinaria per eleggere il nuovo presidente e il nuovo consiglio>>





Roberto Musso e Fausto Liguori sul podio a Cassinasco
Piazza d'onore per Roberto sui 7.5 km di gara alle spalle di Gabriele Gagliardi e terzo posto per Fausto, poi Davide Elli, quinto al traguardo.

 

 

 

 





KM VERTICALE: ANCORA UN TRIONFO PER LE SORELLE GHELFI
Ad Erica il titolo regionale assoluto, a Francesca quello Promesse.
Le fantastiche sorelle Ghelfi non cessano di meravigliare e sabato 4 agosto a Villar San Costanzo si mettono in tasca i titoli regionali del KM Verticale, la corsa in montagna più dura del calendario, un dislivello di 1000 metri (da cui il nome) su un percorso di 4.95 km, con una pendenza media superiore al 20%.
Questa prova era indicativa (ma non decisiva) per il tecnico Paolo Germanetto per selezionare la squadra italiana per i prossimi Campionati del Mondo di corsa in montagna di ottobre.
L'aver trionfato in questa occasione nella categoria femminile, migliorando di un minuto e mezzo (da 48.15 a 46.45, tempo strepitoso) il record della manifestazione, è un ottimo biglietto da visita per Erica Ghelfi che vede così consolidare le sue aspettative per una convocazione nella squadra azzurra, un'idea che ad inizio stagione non era neanche nelle più ottimistiche speranze.
Al traguardo Erica ha lasciato Eufemia Magro, seconda donna, ad oltre 4 minuti, mentre Francesca Ghelfi, quarta assoluta, si è messa al petto lo scudetto regionale Promesse. Da notare che Erica si è anche classificata all'ottavo posto assoluto, preceduta al traguardo solo da 7 maschietti, su un totale di 100 atleti classificati.
Arriva anche un altro titolo regionale di categoria per la nostra esigua, ma qualitatissima formazione: quello dei Master gruppo B (da 50 a 65 anni) va al sempre ammirevole Paolo Musso.
Grazie agli ottimi piazzamenti delle Ghelfi, di Federica Collino e di Marilena Borretta la Vittorio Alfieri conquista anche una prestigiosa vittoria di Società.
Ordine d'arrivo (con i tempi corretti da Graziano Giordanengo, quelli ufficiali sono appesantiti di circa 20"))
8) Erica Ghelfi 46.45 Campionessa Piemontese Assoluta e Record della gara
12) Jacopo Musso 50.13
16) Paolo Musso 50.38 Campione Piemontese Master B
26) Francesca Ghelfi 53.26 Campionessa Piemontese Promesse
63) Federica Collino 1.03.39
97) Marilena Borretta 1.28.47
Società Femminili: 1) Vittorio Alfieri



E' mancato il professor Carlo Mosso, socio fondatore della SocietÓ Sportiva "Vittorio Alfieri" e da sempre suo sostenitore. Per tante generazioni è stato costante esempio di passione per l'atletica ed espressione dei veri ideali e valori dello sport.
A lui il nostro caro ricordo!

Nella foto del 1992 (in occasione del quarantennale della SocietÓ) il nucleo storico della "Vittorio Alfieri", con i fondatori e gli atleti del primo periodo.
Il professor Mosso Ŕ in piedi, il secondo da sinistra.

 

-----------------------------

 

 








Domenica 12 agosto troviamo
ROBERTO PENNA a Dublino nella 5 KM DUBLIN ROCK AND ROLL HALF MARATHON: il suo tempo, 30.22, gli assegna l' 853.mo posto su quasi 1800 classificati.











Questo invece è il mitico
DOMENICO GUGLIELMINETTI che nello scorso fine settimana era sul lago d'Orta per prendere parte alla 10 MARATONE IN 10 GIORNI.
Il nostro si è limitato a correre i 10 km sia sabato 11 (tempo 45.47) che domenica 12 (4 secondi in più). Nella foto lo vediamo con l'ancor più mitico Giorgio Calcaterra, 12 volte vincitore del Passatore e più volte Campione del Mondo sui 100 km: per lui completare le dieci maratone in dieci giorni (con tempi tra le 2 ore 54' e le 3ore 20') è stata una pura formalità.
Era presente alla manifestazione anche una vecchia conoscenza dei podisti astigiani, l'alessandrino Gianfranco Toschi che ha portato a termine "solo" nove maratone, con tempi prossimi alle 6 ore o poco sotto. Toschi aveva lasciato una impronta indelebile nella nostra "24 x 1 ora" per aver corso in quella occasione (si parla di 35 anni fa) per 24 ore consecutive coprendo la distanza di 206 km.



Nella Lomater (nella foto a Borgaretto) va al personale nel martello in un meeting friulano ad Udine, sabato 18 agosto.
Per l'atleta un miglioramento del personale di quasi tre metri con la miglior misura di 24.68.















Domenica 19 a Castellania (AL) è ancora Jacopo Musso il migliore dei nostri nella sesta edizione del Giro dei Calanchi, valida quale ottava prova del Trofeo Ecopiemonte dove la nostra società è ben piazzata.
Jacopo è quarto al traguardo in 40.29 (a un minuto dal vincitore), seguito da Paolo (20.mo assoluto e primo della categoria M55, 44.15), poi gli altri podisti che vedete nella foto davanti al monumento a Fausto Coppi:
Enrico Rissone 53.35, Danilo Curletti 54.07, Gianni Guolo 56.23, Fabio Borin 57.17.
Quasi 300 podisti al traguardo.




Rientro alle gare in tono minore, come ogni anno dopo le vacanze estive che lasciano il segno su chi ha preferito, giustamente, mare e montagna agli allenamenti sulla pista del campo scuola.
E' comunque noto che è difficile mantenere anche nella seconda metà della stagione la forma di maggio e giugno, che sono abitualmente i mesi di maggior attività e di maggior rendimento dell'anno.


Sabato 25 ad Aosta nel
Meeting Nazionale "Sprint & Hurdless" , organizzato dall'Atletica Calvesi, bella vittoria per Davide Stratta (nella foto sul podio) che si impone nel salto con l'asta con la misura per lui abituale di 3.70.
In pista anche un gruppetto di giovanissimi
(nella foto) che raccolgono diversi primati personali sui 60 piani ed ostacoli, nonostante il forte vento contrario del pomeriggio.
Risultati di Aosta 25 agosto
Asta: Davide Stratta 3.70
50m / 50hs esordienti: Sara Carriero 8.54 / 10.22
60m / 60hs: Beatrice Carriero 9.99 / 12.26, Stefano Monticone 10.58 / 13.83


A
Fossano, sempre sabato 25, nell' abituale Meeting delle Vacanze, rientro alle gare per Piercarlo Molinaris nel lungo e un buon numero di primati personali (evidenziati in grassetto).
Risultati di Fossano, sabato 25 agosto
60m / peso Ragazzi: Gabriele Novara 9.24 / 8.65, Gianmarco Novara 9.49 / 9.98
80 Cadette: Francesca Bassignana 11.75
Peso / Giavellotto: Nella Lomater 7.01 / 15.47
200m: Filippo Pelissetti 23.89 (+0.5), Alessandro Iacocca 24.89 (+0.9), Andrea Allegretti 25.98 (+0,.9)
Lungo: Claudio Orrù 5.85 (+0.6), Piercarlo Molinaris 4.40 (+1.6)
Giavellotto: Alessandro Iacocca 34.59, Andrea Allegretti 32.23







A Berlino c'era anche
Roberto La Barbera, convocato dalla Federazione Italiana nei Para Athletics European Championships, rassegna continentale dedicata agli atleti paraolimpici.
Sabato Roberto è sceso in pedana nel salto in lungo chiudendo al settimo posto con la buona misura di 6.41 (vento + 2.7, oltre a 6.25 con vento regolare +0.8), in linea con i migliori risultati ottenuti dall'atleta in questa stagione; è stata una gara ad altissimo livello vinta dal tedesco Rhem con il nuovo record mondiale di 8.48 davanti all'altro tedesco Streng, secondo con 7.71.





ERICA GHELFI IN MAGLIA AZZURRA !
E' ufficiale: Erica Ghelfi vestirà la maglia azzurra il prossimo 15 settembre a Canillo (Andorra) in occasione dei Campionati Mondiali di Corsa in Montagna sulle lunghe distanze.
L'astigiana è stata convocata nella squadra nazionale dopo l'eccellente prestazione ottenuta oggi (26 agosto) a Susa nel 30° Memorial Partigiani Stellina che costituiva di fatto, per il D.T. della corsa in montagna Paolo Germanetto, la selezione finale per la composizione della squadra Italiana in vista dell'impegno mondiale.
A Susa questa mattina su un percorso molto duro, lungo e di sola salita, quindi adatto alle sue caratteristiche (14.5 km con un dislivello complessivo di 1000 metri) Erica si è classificata al secondo posto tra le migliori specialiste italiane della corsa in montagna, preceduta solo dala bresciana Gloria Giudici, ma superando atlete alla vigilia ben più quotate di lei.
Così da questa sera l'atleta sarà in ritiro per due settimane al Sestrière in preparazione alla trasferta in Andorra con i migliori atleti italiani selezionati, tra quali i celebri gemelli Dematteis, Campioni del Mondo in questa specialità.
Oggi Erica Ghelfi si è classificata quinta assoluta, preceduta al traguardo da tre atlete straniere (con la vincitrice, l'irlandese Mc Cormak, che si è imposta in 1 ora 35.54, tre minuti davanti alla kenyana Mutana) e dall'italiana Gloria Giudici che ha chiuso con un minuto di vantaggio sulla nostra atleta. Alle sue spalle le fortissime Emma Quaglia e Camilla Magliano, già nazionali di corsa in montagna e, quest'ultima, vincitrice dell'edizione 2017 di questa gara.

La prova di oggi era valida anche per l'assegnazione del titolo di Campione Piemontese di corsa in montagna sulle lunghe distanze.
Oltre ad Erica, che incamera il titolo femminile assoluto con 2 minuti di vantaggio sulla torinese Camilla Magliano, altri risultati prestigiosi per i nostri colori arrivano per merito di Paolo Musso, secondo nella sua categoria Master B (in testa fino a 400m dal traguardo, è stato poi superato nei metri finali da Silvio Barra della Podistica Val Varaita) e grazie a Nicholas Bouchard, terzo nella categoria Promesse.


Nelle foto Erica Ghelfi e Paolo Musso impegnati nella gara di oggi a Susa in un tratto relativamente pianeggiante.

Risultati di Susa (km 14.5 con dislivello di 1000m+ e 200m-):
Femminile: 5) (seconda Italiana) Erica Ghelfi 1.41.13
30) e 26) Federica Collino 2.12.54
Maschile (stessa distanza per maschi e femmine): 42) Fausto Liguori 1.47.28, 45) Paolo Musso (2° in Piemonte Master B)
1.48.31, 48) Nicholas Bouchard 1.51.04 (3° in Piemonte cat. Promesse)
La vittoria in campo maschile va al norvegese Bugge in 1 ora 19'.

Un po' di storia nostrana:
Erica Ghelfi è la terza atleta nella storia della Vittorio Alfieri ad indossare la maglia azzura nella Squadra Nazionale Assoluta, 47 anni dopo Silvio Fraquelli nel salto con l'asta (1971) e 37 dopo Antonio Iacocca nel decathlon (1981), due atleti che hanno fatto la storia della nostra società.
A questo
LINK tutti gli atleti della Vittorio Alfieri che hanno indossato la MAGLIA AZZURRA, con Erica il numero di questo particolare Club sale a 12 unità.





Nello stesso giorno (26 agosto) in cui Erica Ghelfi conquistava a Susa la sua prima maglia azzurra la sorella
Francesca Ghelfi era impegnata in una impresa ancora più massacrante, il giro del Monviso, durissima corsa in montagna sulla distanza di 43 km con un dislivello di oltre 3000 metri. Partenza a Crissolo, poi il superamento di diversi colli appena sotto i tremila metri.
Sono ben 186 i classificati al traguardo, Francesca coglie un eccellente secondo posto in campo femminile (e 19.mo in assoluto) col tempo di 5 ore 51'56"