Home..........................................TORNA AL 2017


 

 

 

 

SETTEMBRE 2017


RECORD CON MINIMO PER THESALE ZANCHETTA
Ancora una grande prestazione per Thesale Zanchetta che nel meeting serale di Alba si impone allo sprint nella gara cadetti sui 2000 metri davanti ai due albesi Bersia e Gallo. I tre infrangono il muro dei 6 minuti, che è un tempo di valore nazionale per la categoria cadetti; Thesale è alla sua prima esperienza su questa distanza, essendo il più giovane della compagnia insieme al compagno di squadra Lombardo, classe 2003, entrambi sono i soli in gara al primo anno di categoria.
Bella prova d'insieme per il gruppo di Fabrizio Marello che porta al personale tutti i suoi atleti impegnati in questa gara, a cominciare da Girma Lombardo (anche lui alla prima prova sui 2000 metri avvicina i 6 minuti).
Grosso miglioramento per Marco Bussolino che toglie oltre 30" al suo personale e per Niccolò Sciortino che si migliora di 10".
Con questo tempo Thesale coglie due successi di prestiglio: il suo 5.58.01 è il nuovo record provinciale sulla distanza che ritocca il 5.58.9 di Germano Ferrian vecchio di

38 anni ed apre le porte al ragazzo ai
Campionati Italiani Cadetti di ottobre, il minimo richiesto dalla Fidal era 6.01.0, ma non è detto che a Cles il nostro atleta sia impegnato su questa distanza, essendo il più forte in Piemonte anche sui 1000 metri, distanza su cui verrà probabilmente schierato nella Rappresentativa Regionale in questa occasione.

Anche Girma Lombardo rientra
nei migliori dieci cadetti di sempre ad Asti sui 2000 metri, è interessante notare che i primi tre in questa classifica (a lato) sono (ed erano) tutti al primo anno di categoria.

Nelle foto Thesale Zanchetta (127) e la coppia Bussolino (43) e Sciortino (24) nella gara di Alba

Sulla distanza dei 5 km, dove Yassin Choury sfiora il personale mancato di soli 2 secondi, molto interessante la prestazione di Luca Amato, primo anno Allievi, che con Yassin sarà impegnato la settimana prossima a Dalmine nei campionati Italiani di corsa su strada.

Risultati:
Alba, 1 settembre
2000 Cadetti
: Thesale Zanchetta 5.58.01 RECORD PROVINCIALE CADETTI, Girma Lombardo 6.12.13, Marco Bussolino 6.29.76, Nicolò Sciortino 6.40.70
5000: Yassin Choury 15.06.56, Luca Amato 17,21,31, Giulia Volpe 24.50.49



Sabato 2 settembre ad Asti rientro in pista dalle ferie in tono minore, i nostri paiono un po' arrugginiti dopo la sosta estiva. Le gare, organizzate dalla Fidal di Asti, erano valide quali terza prova del Grand Prix Regionale di lanci.
Fa eccezione la bella prova di
Leonardo D'Angiò (nella foto davanti a Filippo Pelissetti e
a Gaetano Bonifacio), junior al primo anno, autore di un gran tempo sui 400 piani: con 51.9 demolisce il personale di 53.64 dello scorso ottobre e fa segnare la miglior prestazione provinciale assoluta della stagione.
Va al personale Alessandro Iacocca nel giavellotto Cadetti; tra gli Allievi buon esordio nell'atletica per Andrea Allegretti che supera i 35 metri; nei 3000 Vincenzo Ippolito sfiora il muro dei 10'.
Peso:
Federico Filippa 11.16 (5 kg), Anna Chiappone 8.38 (4 kg), Paolo Rissone 9.81 (6 kg)
400: Leonardo D'Angiò 51.8, Filippo Pelissetti 55.9 (24.1, 37.8 i passaggi ai 200 e ai 300m), Gaetano Bonifacio 57.2, Andrea Allegretti 59.8, Giuseppe Li Santi 62.2, Antonio Cirone 62.7, Piero Rolfi 64.9 (28.8, 44.5)
3000: Vincenzo Ippolito 10.00.2, Aldo Vigna 14.46.3
, Elisa Raspino 14.52.7, Mario Gerbi 18.07.7
Disco Allievi: Federico Filippa 29.33, Francesco Pelissero 28.39, Davide Stratta 28.11
Giavellotto Allievi: Filippo Pelissetti 37.88, Andrea Allegretti 35.64, Davide Stratta 29.63
Giavellotto Cadetti: Alessandro Iacocca 37.88, Valentino Oldano 36.56
60hs Ragazzi: Filippo Iacocca 11.9
Disco Master: Andrea Fassio 33.27 (kg 1), Paolo Rissone 28.10 (kg 1.5)
80 Cadetti: Valentino Oldano 10.2, Alessandro Iacocca 10.5

FOTO


PAOLO MUSSO E' CAMPIONE PIEMONTESE

Ceresole Reale (Torino), 3 settembre.
Strepitosa impresa di Paolo Musso, autentico specialista delle corse in Montagna, che domenica a Ceresole ha conquistato il titolo di Campione Piemontese M55 di corsa in montagna nella decima edizione del KM VERTICALE, questo il dislivello tra partenza e arrivo che Paolo ha portato a termine col tempo di 46.01 precedendo di oltre due muinuti l'altro astigiano, Cesare Chiabrera
della Brancaleone .
Diciassettesimo assoluto, nono piemontese, lasciandosi alle spalle atleti ben più forti.
Il vincitore Francesco Puppi (nazionale di corsa in montagna) è stato quest'anno secondo ai mondiali di corsa in montagna di lunghe distanze e ha chiuso la sua fatica in 37.16.
Da notare che Paolo è terminato davanti anche a tutti i concorrenti della categoria più giovane (M50).

Nella foto durante la gara




 

Bella prova di CLAUDIA SOLARO nella prima edizione della Corrincollina, organizzata il 3 settembre a San Damiano d’Asti dall’ASD Hammer Team e dall’Associazione Mama Africa.
Claudia
(nella foto) si aggiudica la vittoria in campo femminile sulla distanza dei 10,7 km dove taglia il traguardo addirittura al quarto posto assoluto.

Sulla distanza maggiore (km 20,7) in gara anche Fabrizio Curletti (62.mo) e Angelo Marchione in 71.ma posizione.



Vincenzo Ippolito (nella foto davanti a Federico Tassone) è stato il migliore dei nostri giovedì sera 7 settembre ad Asti nella prova regionale sui 5000 metri in pista validi per l'attribuzione del titolo provinciale sulla distanza.
Risultati:
Vincenzo Ippolito 17.33.6, Fabio Francia 18.11.1, Federico Tassone 18.25.3 (con crisi di mal di fegato al quarto km quando era con Ippolito), Paolo Musso 18,48,0, Francesco Cipolla 19.57.3 (l'eterno Franco a 68 anni corre ancora sotto i 20 minuti), Gianni Guolo 20.21.5, Enrico Rissone 20.27.6, Riccardo Raviola 20.32.8, Domenico Guglielminetti 20.40.3, Vittorio Vaccaneo 20.44.2, Andrea Ruccio 20.56.4, Giovanni Damasio 22.40.6, Angelo Marchione 24.56.1, Aldo Vigna 25.19.7 (Ritirato Renzo Raviola).




I NOSTRI MASTER IN GIRO PER L'ITALIA

Appuntamenti internazionali per i nostri master

Il 29 agosto a Rovereto (Trento) in una gara di contorno al 53.mo Palio della Quercia, meeting li livello internazionale, Antonella Giulivi si è imposta nei 100m Master femminili in 13.68 (0.0), davanti alla sorella Stefania (15.01 e vento nullo)

A Gavardo (Brescia) il 2 settembre 2° Meeting for European Master Athletic Teams con i nostri Pierdomenico Piazza (nella foto), terzo assoluto nel giavellotto e primo di categoria con un lancio di 38.41. Nel salto in alto stesso piazzamento assoluto e di categoria per Francesca Juri che nel salto in alto supera l'asticella a 1.32.






ALLIEVI QUARTI NELLA FINALE NAZIONALE DI PROVE MULTIPLE
Super Pelissetti: 5903 punti nel decathlon
Vicenza, 9-10 settembre.
La Vittorio Alfieri si conferma ai vertici nazionali nelle prove multiple giovanili conquistando il quarto posto nella finale del Campionato di Società di prove multiple Allievi.
Dopo la terza piazza nella stessa finale di un anno fa, sempre a Vicenza, Lorenzo Grandi, Filippo Pelissetti e Davide Stratta (
nella foto in ordine crescente di altezza), che con Andrea Carriero avevano promosso la società astigiana alla finale delle prime otto d'Italia, si riconfermano nella finale nazionale con il quarto posto che migliora il sesto posto ottenuto nella fase regionale di quest'anno.

Sono state due giornate di gare molto intense, con la seconda disturbata dal maltempo.
La competizione vede le squadre piemontesi in grande evidenza in ambito nazionale nel settore giovanile delle prove multiple, infatti le vittorie di società in queste due giornate arridono all'Atletica Piemonte in campo maschile e alla Stronese tra le allieve.


Uno strepitoso Filippo Pelissetti termina le sue fatiche al terzo posto individuale avvicinando la barriera dei 6000 punti e confermandosi così tra i migliori allievi in Italia in questa difficile specialità: i 5903 punti da lui ottenuti a Vicenza lo promuovono al settimo posto delle liste nazionali dell'anno. L'atleta aveva chiuso il 2016 con un personale di 4802, la sua progressione quest'anno è stata incontenibile: 5181 punti ad aprile ai Campionati regionali, 5303 a Rieti ai Campionati Italiani a giugno, poi ancora 5540 punti ad Asti il 1 luglio per finire con la prova di oggi, per un miglioramento complessivo di oltre 1000 punti in un anno, anche se quattro decathlon in una sola stagione sono un impegno non indifferente per la giovane età dell'atleta, ma gli appuntamenti erano irrinunciabili.
A Vicenza Filippo chiude la sua fatica con sette primati personali sulle 10 gare disputate, tra tutti spicca il 14.80 nei 110hs che per inciso gli apre le porte ai Campionati nazionali Indoor 2018 anche in questa specialità, che l'atleta pare preferire alle prove multiple. Di ottimo rilievo anche i miglioramenti nei 100 piani, salto in lungo, disco e 400 metri.

Davide Stratta, che sperava nel superamento dei 5000 punti dopo i 4910 da lui ottenuti ad Asti a luglio, torna a casa non troppo soddisfatto dei 4736 punti racimolati nelle due giornate, che gli danno comunque alcuni parziali interessanti tra cui il primato personale nel peso, nel salto in alto e nei 110hs, anche se non ha avuto buon esito l'ennesimo assalto ai 4 metri nel salto con l'asta, con un terzo tentativo mancato di pochissimo.
Terzo della formazione astigiana era il giovane Lorenzo Grandi, chiamato all'ultimo momento e con preparazione sommaria a sostituire il titolare Andrea Carriero; impresa riuscita alla perfezione da Lorenzo che era praticamente all'esordio in gara in tutte le dieci specialità e che ha totalizzato quasi 4000 punti con prestazioni interessanti nella velocità e nel salto in lungo.


....

I tre astigiani nella prova del salto con l'asta, dove Davide Stratta si è imposto con la misura di 3.80

Risultati di Vicenza 9 e 10 settembre, finale nazionale Campionato di Società Decathlon Allievi
Decathlon Allievi (100, lungo, peso, alto, 400, 110hs, disco, asta, giavellotto,1500)
Filippo Pelissetti 5903 (11.69/+1.5, 6.23/+0.1, 11.69, 1.66, 53.65, 14.80/+1.3, 33.63, 3.40, 38.14, 5.07.61)
Davide Stratta 4736 (12.36/-1.9, 5.48/+0.8, 10.67, 1.60, 58.31, 17.38/+0.1, 26.15, 3.80, 30.30, 5.35.08)

Lorenzo Grandi 3750 (12.68/-0.4, 5.51/+1.8, 7.71, 1.42, 59.13, 19.56/+0.1, 19.74, 2.70, 27.34, 5.25.75)
Società: 4) VITTORIO ALFIERI 14388 punti



YASSIN CHOURY ARGENTO SUI 10 KM SU STRADA
Dal sito PROGETTO JUNIOR:
https://it-it.facebook.com/progetto.junior.at.it

<< Yassin CHOURY, strepitoso, questa mattina (9 settembre) ai CAMPIONATI ITALIANI ALLIEVI sui 10 km su strada che si sono svolti a Dalmine (BG).
Sulla specialità preferita dal giovane talento astigiano tanto ci si attendeva vista anche l’ottima preparazione svolta durante tutta l’estate. E tanto ha saputo raccogliere CHOURY che con l’argento conquistato oggi, conferma l’ottimo secondo posto guadagnato l’anno passato a Foligno.
Ottenere un risultato importante è sicuramente significativo, ma riconfermarsi dodici mesi dopo è sicuramente cosa da pochi. La gara è partita su ritmi controllati e fino al terzo chilometro un nutrito drappello di giovani contendenti viaggiava compatto. All’interno del gruppo di testa CHOURY rimaneva in controllo mentre nelle prime battute Luca AMATO, al primo anno di categoria, provava a reggere il ritmo dei migliori.
Dopo poco più di tre chilometri la gara si accendeva ad opera del favorito di giornata e già Campione nazionale un anno fa, Luca ALFIERI della P.B.M. Bovisio Masciago con CHOURY pronto a rispondere e lanciarsi all’inseguimento del battistrada. Così dal terzo chilometro al traguardo si è accesa una gara nella gara con ALFIERI a provare a scappar via e CHOURY a denti stretti a cercare di rintuzzare metri preziosi. Dopo l’ottavo chilometro CHOURY ha provato il tutto per tutto e trovatosi con 13 secondi di svantaggio, riusciva a guadagnare terreno prezioso e a soli 1500 metri dal traguardo il distacco si riduceva a soli 9 secondi. Le ultime entusiasmanti battute di gara hanno visto la reazione dell’atleta lombardo che così è riuscito ad assicurarsi il primo gradino del podio.
Per Yassin CHOURY un più che soddisfacente secondo posto che lo riconferma tra i migliori interpreti della corsa su strada nazionale. 32:41 il tempo finale del vincitore contro il 32:59 del nostro portacolori su di un percorso che nascondeva lungo le vie cittadine di Dalmine numerose insidie primo fra tutte il forte vento che ha appesantito non poco le prestazioni degli atleti in gara quest’oggi.
26° posto in 36:49 per Luca AMATO che al primo anno di categoria coglie il miglior risultato della sua ancor giovane carriera agonistica.
Con grande soddisfazione festeggiamo oggi l’ottima prestazione di Luca come quella di Annalisa SERPI oggi impegnata sui 6 chilometri. Annalisa ha condotto una gara regolare che l’ha vista completare la sua fatica in 19^ posizione con il crono finale di 24:38 ed anch’essa al miglior risultato della sua giovane carriera agonistica >>


Dalla pista:
Domenica 10 a Cuneo nel Trofeo Panathlon Club Elisa Raspino migliora il personale sui 3000 piani col tempo di 14.40.93; nell'asta ancora un pari merito a 2.80 per i master Enrico Grosso e Piero Rolfi, che poi si cimenta anche sui 200 piani (28.82/+0.8)

Sempre domenica 10 a Chivasso di scena il 16.mo
Meeting Regionale Verdatletica
Lungo: Claudio Orrù 5.96 (+0.2), Federica Bombara 4.79 (+0.9)
100m: Giuseppe Li Santi 13.37 (-0.6), Vito Sali 15.15 (-0.2)
400m: Leonardo D'Angiò 52.70, Giuseppe Li Santi 63.25

3 settembre ad Aosta Pentathlon Lanci Master per Paolo Rissone e Marirosa Auteri
Paolo Rissone 2510 punti (9.88/peso, 26.81/disco, 23.45/giavellotto, 38.80/martello, 12.44 Martello MC)
Marirosa Auteri 1867 punti (6.45/peso, 12.84/disco, 16.00/giavellotto, 9.09/martello, 5.32/;artello MC)
Albina Avataneo Rit (5.32/peso, 12.96/disco, 8.07/disco, 13.07/martello)


Dalla strada:
Domenica 10 ottobre Paolo Musso è riuscito a portare una nostra rappresentativa a partecipare a
Feisoglio (Cuneo) alla 25.ma LE QUATTRO CAPPELLE, gara valida per il Criterium Istituzionale Strada Fidal Piemonte, e quindi importante per la classifica finale del Trofeo Piemonte nonchè per il campionato interno.
All'arrivo:
8) Jacopo Musso 31.52,
14) Davide Elli 32.33, Paolo Musso 34.32 (primo di categoria), Salvatore Alliotta 36.50, Gianni Guolo 37.47, Francesco Cipolla 37.59, Domenico Guglielminetti 40.08, Giulia Volpe 45.57, Marina Valfrè 48.24, Giuseppe Nettini 57.47, Mario Gerbi 59.19 (176 al traguardo)



ALLIEVI: SETTE MEDAGLIE AI CAMPIONATI PIEMONTESI
Titoli Regionali per Filippo Pelissetti, Davide Stratta e Federico Filippa
L'edizione 2017 dei Campionati Regionali Allievi è ricca di soddisfazioni per la ridotta ma qualificata rappresentativa biancoverde che sabato a Santhià e domenica a Biella conferma i notevoli risultati individuali e di squadra ottenuti in questa stagione.
Sono ben tre i titoli di Campione Piemontese vinti, tutti in campo maschile, dai nostri ragazzi, a cui si aggiungono due medaglie d'argento e una di bronzo: un bel bottino di sei medaglie conquistate da un drappello di soli otto atleti. E potevano essere di più senza l'immotivato ritiro di Yassin Choury nei 3000 metri a 80 metri dal traguardo, quando aveva in tasca la medaglia d'argento.
Tra le ragazze c'è solo il podio di Beatrice Buzzi nel peso.
Vediamo in dettaglio com'è andata, cominciando da sabato 16 a Santhià dove
Filippo Pelissetti, reduce dalla superlativa prova del decathlon di Vicenza, si impone nei 110hs rimontando nel finale il torinese Tesio, tempi non di alto livello, ma ottenuti contro un muro di vento di oltre 3 metri/sec.
Quasi in contemporanea nella pedana dell'asta è il turno di
Davide Stratta, che si prende la rivincita con il forte Del Grande, vincitore un anno fa dopo spareggio con il nostro atleta. Oggi Davide si è imposto con una prestazione per lui abituale di 3.80, sul podio va anche Lorenzo Grandi col personale a 2.80.
Sempre a Santhià Beatrice Buzzi è terza nel peso, ben più rilevante è il suo 10.35 nel salto triplo, per lei la prima volta oltre i 10 metri.

Nelle foto, dall'alto, i Campioni Piemontesi Allievi: Filippo Pelissetti nella gara dei 100hs, Davide Stratta (asta), Federico Filippa (martello, a destra con Francesco Pelissero, secondo)

Domenica si replica a Biella, in una giornata soleggiata ma freddina.
Nel martello c'è una doppietta quasi scontata per i nostri colori:
Federico Filippa ha dominato tutta la stagione in campo piemontese e si impone nella gara davanti al compagno di squadra Francesco Pelissero, una bella doppietta per i nostri colori con ampio margine sugli inseguitori, esaltando anche in questa occasione la tradizione della scuola astigiana di martello di Angelo Colasuonno.

Il 2017 è certamente una stagione irripetibile per Filippo Pelissetti, che nei 400hs prova a mettersi al collo un secondo oro dopo quello di ieri dei 110hs, purtroppo l'avversario è di alto livello e, seppur quasi appaiato dal nostro sull'ultimo ostacolo, riesce a resistere al ritorno di Filippo che comunque si piazza al secondo posto col nuovo personale sulla distanza.
Sui 3000m c'è purtroppo il ritiro di Yassin Choury: a pochi metri dal traguardo, Yassin ha preso la via degli spogliatoi qu
ando si è reso conto di non poter vincere la gara. Per lui sarebbe stato un argento sicuro, dopo aver condotto tutta la gara in compagnia del vincitore, il cuneese Galliano, e aver acquisito un margine di assoluta sicurezza sugli inseguitori.
Questo ritiro purtroppo contribuisce alla quasi sicura rinuncia, da parte della società, alla finale interregionale: infatti, le due giornate di gara erano valide anche come seconda prova del CDS Allievi su pista; le speranze di promozione sono ora ridotte al lumicino.

Un ringraziamento particolare ad Andrea Allegretti che con la sua presenza ha permesso alla Società di completare i 18 punteggi richiesti per la classifica di squadra.
RISULTATI
Sabato 16 settembre a Santhià:

1500: 7) Annalisa Serpi 5.26.53
Triplo: 5) Beatrice Buzzi 10.35 (+0.3)
Peso: 3) Beatrice Buzzi 9.79
100: 9) Lorenzo Grandi 13.08 (-1.5)
110hs: 1) Filippo Pelissetti 15.44 (-3.2) CAMPIONE PIEMONTESE
Asta: 1) Davide Stratta 3.80 CAMPIONE PIEMONTESE, 3) Lorenzo Grandi 2.80
Domenica 17 settembre a Biella:
200m: 9) Andrea Allegretti 26.55 (-0.2), 9) Chiara Critelli 29.04 (0.0)
3000m: 4) Luca Amato 10.03.54, 7) Annalisa Serpi 11.37.24, Yassin Choury ritirato
400hs: 2) Filippo Pelissetti 57.71
Lungo: 13) Andrea Allegretti 4.80 (-0.6)
Peso: 4) Federico Filippa 11.03, Francesco Pelissero NC
Martello: 1) Federico Filippa 46.24 CAMPIONE PIEMONTESE, 2) Francesco Pelissero 40.16

 

FILIPPO IACOCCA RECORD: 14.51 NEL PESO
Sempre a Santhià (sabato) e a Biella (domenica) si sono disputati i Campionati Regionali, validi anche come Campionato di Società, per le prove multiple RAGAZZI e CADETTI.
La Vittorio Alfieri si è presentata a questo appuntamento solo a titolo individuale in una competizione dominata dall' Atletica Castell'Alfero, che si è imposta in campo regionale nella classifica combinata maschile e femminile.

Nella foto la nostra squadra Ragazzi e Ragazze, con il figlio d'arte Filippo Iacocca (
N. 766) , che ottiene il risultato più prestigioso.
Filippo, specialista (per ora) del getto del peso, con un se
condo lancio di gara avvicina di un solo cm il già suo record provinciale di 14.43, poi nell'ultima prova sigilla la vittoria ritoccandolo con 14.51.
Nel complesso della prova multipla il miglior piazzamento per i nostri colori spetta alla giovanissima Matilde Poggio (N. 713), 24.ma su un lotto di 53 atlete classificate, con buone prestazioni nel salto in lu
ngo e nei 600m
Risultati:
Tetrathlon Maschile Ragazzi (Biella, 17 settembre) (60hs, lungo, peso, 600)
28) Lorenzo Scaglia 1464 (11.50, 3.81, 8.84, 2.13.70)
45) Filippo Iacocca 872 (rit, 0.0, 14.51 RECORD PROVINCIALE, rit )
Tetrathlon femminile Ragazze
24) Matilde Poggio 1877 (12.54, 3.92, 6.67, 2.09.83)
Pentathlon Cadette (Santhià, 16 settembre)
Federica Parigi RIT (15.47(-1.4) / 80hs, 1.43 / alto, 13.12 / giav)





MASTER IN FINALE A MONTECASSIANO
Strepitosa Francesca Juri: record italiano nel triplo
Per il 15.mo anno consecutivo la Vittorio Alfieri accede alla finale nazionale del Campionato di Società Master, un appuntamento che ormai è una tradizione per la formazione astigiana che si conferma da tre lustri ai vertici del movimento master piemontese.
Senza ripetere gli exploit del 2009 quando fummo secondi in Italia con i maschi o quarti nel 2006 e nel 2012, quest'anno va comunque meglio di un anno fa e come avviene ormai da cinque stagioni sono le ragazze a far meglio dei maschietti. A Montecassiano (Macerata) la formazione capitanata da Stefania Giulivi chiude al 15.mo posto tra le 24 ammesse alla finale rispetto al 22.mo posto acquisito dai maschi, guidati e organizzati da Roberto Amerio.
Un anno fa a L'Aquila le posizioni biancoverdi erano rispettivamente la 18.ma e la 23.ma.
Onore e gloria per tutti nella cittadina marchigiana che quest'anno ha ospitato i giochi, ma soprattutto per una strepitosa Francesca Juri che, dopo aver perso nel salto in alto il suo record italiano master F55, si riscatta nel triplo con un grande balzo di 9.46, nuovo record nazionale, quattro cm meglio del 9.42 di Antonella Sant datato 2016. Da notare che nel salto in alto Francesca si era già migliorata rispetto al suo recente record nazionale di 1.37 stabilito quest'anno, ma l'1.38 superato dalla nostra atleta non è bastato a mantenere il record, superato dall'1.41 della trevigiana Costenaro.
Punteggi di vertice superiori ai 900 punti sono stati ottenuti da Bruna Spano nella velocità, dalla stessa Francesca Juri che con 980 punti nell'alto fa segnare il miglior punteggio individuale. Sul podio (virtuale) ancora la Juri, seconda nel triplo, e Giulio Omedè, terzo nella stessa specialità al maschile.


RISULTATI:
Sabato 16 settembre, Femminili
100: Silvia Binello 14.89 (+3.1), Bruna Spano 16.11 (+2.7)
400: Antonella Giulivi 66.43, Stefania Giulivi Rit.
1500: Elisa Raspino 6.52.59
Lungo: Rossana Raviola 4.98 (+2.0), Silvia Molino 3.96 (+2.2)
Peso: Marirosa Auteri 6.88, Anna Chiappone 7.99
Martello: Luisella Novelli 17.76
4x100: Zunino, Giulivi S, Spano, Binello 59.22

Domenica 17 settembre, Femminili
200: Bruna Spano 34.83 (-1.7), Gabriella Zunino 31.51 (-1.5)
3000: Elisa Raspino 14.47.36
Alto: Francesca Juri 1.38, Fulvia Rocca 1.14
Triplo: Francesca Juri 9.46 RECORD ITALIANO, Silvia Molino 7.82 (-1.4)
Disco: Mariateresa Petrocelli 20.27, Luisella Novelli 13.83
Giavellotto: Marirosa Auteri 15.74, Mariateresa Petrocelli 16.83
200hs: Rossana Raviola 35.14 (+3.1), Antonella Giulivi Rit

Sabato 16 settembre, Maschili
100: Paolo Bassi 12.37 (+1.8), Luciano Mazzetto 16.93 (+3.3)
400: Antonio Cirone 65.81
1500: Christian Dal Col 5.03.36
Alto: Piercarlo Molinaris 1.36, Giulio Omedè NC
Triplo: Giulio Omedè 10.28 (-1.3)
Disco: Andrea Fassio 27.27
Giavellotto: Andrea Fassio 26.76, Giorgio Viarengo 26.96
4x100: Bassi, Merlo, Amerio, Li Santi 50.72

Domenica 17 settembre, Maschili
200: Giuseppe Li Santi 27.24 (-1.0), Vito Sali 31.41 (-0.4)
800: Vincenzo Ippolito 2.15.73
Lungo: Piercarlo Molinaris 4.49 (+1.2), Luciano Mazzetti 2.97 (+0.7)
Peso: Paolo Rissone 10.15
Martello. Paolo Rissone 33.93
4x400: Cirone, Merlo, Amerio, Bassi 4.08.82
200hs: Roberto Amerio 30.85

Società:
Femminili: 15) VittorioAlfieri 1127
Maschili: 22) Vittorio Alfieri 1076.5

Nelle foto, dall'alto: la staffetta 4x100, Francesca Juri e Giulio Omedè sul podio, Roberto Amerio

FOTO




SALTO CON L'ASTA SUPER AI REGIONALI CADETTI
Tommy Ragazzon è campione piemontese davanti a Gabriele Burzio, Zanchetta titolo e record
Volpiano, 23-24 settembre. L'edizione 2017 dei Campionati Regionali Cadetti porta alla Vittorio Alfieri sei medaglie (di cui due d'oro) e una inaspettata doppietta nel salto con l'asta che conferma la tradizione biancoverde in questa difficile specialità che continua a raccogliere allori.
Le gare erano valide anche come selezione per la Rappresentativa Piemontese che tra due settimane a Cles in Trentino prenderà parte ai campionati nazionali Cadetti con l'obiettivo di difendere il quinto posto in Italia di un anno fa.
Gare quindi molto affollate (oltre 600 giovani sono scesi in pista in queste due giornate) e oltremodo combattute per conquistarsi un posto in squadra.
Per la Vittorio Alfieri arriva un successo alla vigilia non certamente in preventivo, Tommy Ragazzon e Gabriele Burzio
(nelle foto) salgono sui più alti gradini del podio nel salto con l'asta.
Per Tommy era la prima gara in assoluto in questa specialità scoperta da poco, la sua
vittoria è ancor più una gradita sorpresa.
Rimasti soli alla quota di 3.20 dove si ferma il favorito della vigilia, il torinese Francesco Gioia, i due astigiani superano l'asticella a 3.30, che per Gabriele è primato personale, poi Tommy riesce anche alla quota di 3.35 e si aggiudica così lo scudetto di Campione Piemontese e la convocazione per la finale nazionale di Cles. Le prestazioni di oggi dei nostri due atleti sono le migliori in Piemonte in questa stagione.

Non ce la fa Valentino Oldano a guadagnarsi la finale nazionale nel giavellot
to: la misura di 46 metri, che oggi gli avrebbe dato la vittoria e anche il minimo di partecipazione, resta poco più in là del 43.82 che gli assegna in questa occasione il secondo posto dietro all'altro astigiano, Marino di Castell'Alfero, che vince col personale di 45.64 e andrà quindi in terra trentina. Il giavellotto di Valentino va tre volte oltre i 43 metri e l'atleta chiude con un po' di rimpianto per il suo recente 45.70, che, pur restando la miglior prestazione stagionale in Piemonte, manca l' obiettivo del minimo per soli 30 cm.
Alessandro Iacocca cede il terzo posto del podio nei lanci di finale, ma rimane sui suoi migliori standard stagionali.

Nel mezzofondo si rinnova la sfida tra Thesale Zanchetta e l'alessandrino Willy Nocenti, i due già dalle campestri di questo inverno si contendono la supremazia regionale sulle brevi e medie distanze, con l'astigiano a dominare nelle ultime occasioni.
Sabato nei 1000m Thesale, ritardato in partenza da una rovinosa caduta nella calca, spreca energie per recuperare la testa della corsa, resiste agli attacchi dell'avversario, ma nel finale paga lo sforzo iniziale cedendo allo sprint all'avversario.
L'atleta di Fabrizio Marello si rifà con gli interessi il giorno dopo andando a trionfare in campo nemico (la specialità preferita di Nocenti) sulla distanza dei 1200 siepi, che vince con buon vantaggio sul torinese Fabio Tagliente, solo terzo il suo diretto avversario.
Interessantissimo il suo tempo di 3.25.79 che è la quarta prestazione italiana dell'anno. Per di più per Thesale, che era alla sua prima esperienza in questa specialità, arriva anche il nuovo record provinciale sulla distanza.
Ora c'è solo da decidere la
distanza in cui verrà schierato alla finale nazionale dal responsabile regionale del settore giovanile Clelia Zola.
Peccato invece per il giovanissimo compagno di allenamenti
Girma Lombardo che sui 2000 metri rimane per tutta la gara nel gruppo di testa, mettendosi poi al collo al traguardo la medaglia di bronzo e mancando, veramente di poco (5 secondi), il minimo per Cles.
Appuntamento rimandato alla prossima stagione, dato che l'atleta è al suo primo anno nella categoria Cadetti.

RISULTATI
Sabato 23 settembre:
1000 Cadette: 34) Arianna Carnovale 4.00.40 (pers)
Alto Cadette: 4) Federica Parigi 1.43
1000 Cadetti: 2) Thesale Zanchetta 2.45.89, 11) Girma Lombardo 2.53.97, 16) Filippo Cuozzo 2.58.09, 17) Giacomo Cuozzo 2.59.62, 20) Marco Bussolino 3.00.70, 21) Nicolò Sciortino 3.01.21
Asta Cadetti: 1) Tommy Ragazzon 3.35 CAMPIONE PIEMONTESE, 2) Gabriele Burzio 3.30
Lungo Cadetti: 31) Lorenzo Peyla 4.09
Disco Cadetti: 6) Filippo Milosevic 21.24
Giavellotto Cadetti: 2) Valentino Oldano 43.82, 4) Alessandro Iacocca 37.36
Domenica 24 settembre:
1200 siepi cadette: 13) Arianna Carnovale 5.34.14
80hs cadette: 8) Federica Parigi 13.72 (+-0.4) (batt 13.78 / +1.3), 15) Eleonora Dalcol 17.03 (-0.1)
Lungo cadette: 15) Elisa Pigella 3.93 (-0.2), 22) Federica Accornero 3.49 (0.0)
300 Cadetti: 17) Filippo Cuozzo 41.84, 19) Giacomo Cuozzo 42.08
2000: 3) Girma Lombardo 6.06.31, 16) Nicolò Sciortino 6.40.45
1200 siepi: 1) THESALE ZANCHETTA 3.25.79 CAMPIONE PIEMONTESE, RECORD PROVINCIALE, 9) Marco Bussolino 3.52.79

Nelle foto alcuni medagliati di questa edizione, dall'alto: la coppia Tommy Ragazzon e Gabriele Burzio e i due (nell'ordine) impegnati in questa gara; Thesale Zanchetta nella gara dei 1000m di sabato; il giavellottista Valentino Oldano; gruppo Cadette in gara domenica 24.



PAOLO RISSONE CAMPIONE DI PENTALANCI
Francesco Pelissero al personale nel martello
Paolo Rissone è Campione Piemontese Master di Pentathlon lanci.
A Santhià l'atleta astigiano, ancora oggi primatista provinciale assoluto di lancio del martello, si esprime al meglio delle sue possibilità totalizzando 2814 punti, che rappresentano il suo personale master, come pure il 43.54 nel martello e soprattutto il 15.85 nel martellone con maniglia corta, dove Paolo si migliora di ben 70 cm in un colpo.
Un Paolo particolarmente soddisfatto per l'impresa di oggi, come traspare dalle sue parole:
<< Prima che qualcuno lo scopra e, giustamente, faccia commenti poco rispettosi nei miei confronti, oggi ho fatto 43 e mezzo di martello, dieci in più di Montecassiano che avrebbero fatto guadagnare 14 punti in più alla squadra!
A dirla tutta oggi ho fatto peso, disco e giavellotto nella norma, mi sono fatto il personale di martellone di 70 cm e alla fine ho vinto il titolo regionale di pentathlon lanci, ho partecipato attivamente al rinfresco che, come tradizione di Santhià, conclude le gare e, come ciliegina sulla torta, mi sono visto la gara di martello extra dove Pelissero si è fatto il personale e Mariam Guadagnin lo ha sfiorato due volte per pochi cm.
Ogni tanto ci vanno giornate come questa.....>>

RISULTATI:
Martello Allievi: Francesco Pelissero 40.95
Martello Femm: Maria Guadagnin 46.30 (cinque lanci oltre i 45 metri)
Pentathlon Master:
1) Paolo Rissone 2814 punti CAMPIONE REGIONALE MASTER
(peso/9.93, disco/27.98, martello MC/15.85, Martello 43.54, Giavellotto 22.22)




CHIUSURA A DONNAS
Trasferta di giovanissimi (nella foto) della categoria RAGAZZI a Donnas in un meeting regionale che chiude la stagione agonistica 2017 per la Valle d'Aosta.
Filippo Iacocca conclude
con un lancio vicino ai 14 metri una più che positiva stagione, che lo ha visto migliorare due volte il record provinciale Ragazzi e vestire, sempre due volte, la maglietta di Campione Piemontese nel getto del peso.
Tra le novità fa ben sperare la giovane Gift Sorba, che dopo i 60m corsi in 8.91 vince il peso con un lancio di 10.36, miglior misura piemontese della stagione per una ragazza al suo primo anno di categoria.
RISULTATI (Donnas, 24 settembre)
60m: Gift Sorba 8.91, Matilde Poggio 9.36
Alto: Matilde Poggio 1.20, Ilaria Gioanola 1.20, Lorenzo Scaglia 1.00
Peso: Filippo Iacocca 13.97, Gift Sorba 10.36, Lorenzo Scaglia 8.93





Denis Regis
ha partecipato domenica 24 settembre alla 3^ Mezzaosta, mezza maratona "con un percorso bello ma nervoso poichè ondulato e con numerosi cambi di direzione", aggiudicandosi il 3° posto nella sua categoria (nella foto sul podio) e il 43.mo assoluto col tempo di 1.29.47.



Sempre domenica 24 settembre a Vinovo (Torino) di scena la Hipporun Mezza Maratona, seconda prova del Campionato di Mezza Maratona. La Vittorio Alfieri, priva in questa occasione di elementi di valore, si difende come può, ma perde la prima posizione nel campionato che occupava dopo la prima prova.
Questi i nostri che hanno completato la prova:
37) Jacopo Musso 1.19.40, 47) Matteo Russo 1.21.58, 73) Paolo Musso 1.25.10, poi Davide Pinardi 1.33.53, Enrico Cocca 1.33.53, Vittorio Vaccaneo 1.34.56, Domenico Guglielminetti 1.42.48, Roberta Viarengo 1.43.50, Eleonora Durante 1.44.23, Monica Audenino 1.45.02, Angelo Marchione 1.54.07





Secondo posto per Edoardo Marchisio al Trail del Moscato (Santo Stefano Belbo, Cuneo) di domenica 24 settembre sulla distanza di 21 km con 1100 metri di dislivello positivo.
Tempo di Edoardo 1.36.03, a soli 4" dal vincitore, il cuneese Dalmasso.
Nella foto (Bio Correndo) la partenza