Home..........................................TORNA AL 2017


 

 

 

 

APRILE 2017


A SALUZZO TRE
SCUDETTI PER LA VITTORIO ALFIERI

Nella Mezza Maratona titoli regionali a Jido Ed Derraz (Assoluto), Federico Tassone (Junior) e Cristina Zaccone (SF50)
Saluzzo, 2 aprile.
Nella Mezza Maratona del Marchesato di Saluzzo, valevole come prova unica di Campionato Regionale Individuale di mezza maratona ed importante appuntamento per il CDS di Corsa, la Vittorio Alfieri raccoglie grosse soddisfazioni sia a livello di squadra che individuale.
Le condizioni meteo non hanno certo favorito i riscontri cronometrici finali, soprattutto a causa della pioggia e del forte vento gelido contrario negli ultimi 5 km. Nonostante ciò, alcuni dei nostri atleti chiudono la gara col nuovo personale, a cominciare dal nostro migliore in campo, Jido Ed Derraz, in grande forma.
Terzo posto assoluto per Jido che scende per la prima volta sotto il muro di 1 ora 8 minuti, dimostrando di poter fare anche meglio con condizioni ambientali accettabili; restano fuori portata i due keniani che si contendono la vittoria con un tempo vicino a 1 ora 5'.
Jido è terzo ma, come primo dei piemontesi, intasca il secondo titolo di Campione Regionale Assoluto di questa stagione, dopo quello del cross.
Tra i battuti anche il campione del mondo di corsa in montagna, Bernard Dematteis.
Nel CDS di Corsa, per il quale portano punteggi validi i primi cinque di ogni società, completano il successo di squadra Emanuele Ladetto, Jacopo Musso, Davide Elli e Fabio Francia, classificati nell'ordine: un comportamento corale che, dopo le prime due prove, mantiene la società tra le primissime posizioni in campo regionale in questo campionato nel quale, da oltre un decennio, la Vittorio Alfieri occupa una posizione dominante.
Prossima prova i 10 km in pista di Cuneo.
Federico Tassone
si migliora di oltre 4 minuti e conquista così lo scudetto regionale nella categoria Juniores, due minuti avanti al saluzzese Bassignano. Il terzo titolo regionale premia Cristina Zaccone, che si impone nella categoria F50 con l'ottimo tempo di 1.36.36.


Nelle foto i tre campioni regionali
(Ed Derraz 1, Tassone 606, Zaccone 647)

Risultati:
ED DERRAZ ABDELMJID 1:07:52, LADETTO EMANUELE 1:16:05, MUSSO JACOPO 1:16:30, ELLI DAVIDE 1:20:55, FRANCIA FABIO 1:21:09, TASSONE FEDERICO 1:22:46, REGIS DENIS 1:25:04, ZACCONE CRISTINA 1:36:36, GUGLIELMINETTI DOMENICO 1:40:16, DURANTE ELEONORA 1:43:17, VIARENGO ROBERTA 1:43:17.

 

 

Ha preso il via sabato 1 aprile da Borgomanero il Grand Prix Regionale di Prove Multiple.
Nel triathlon cadette Alice Merello totalizza 809 punti con 17"0 negli 80 hs, 3,11 nel lungo e 5,49 nel peso, mentre Giulia Dovano si ritira negli 80 hs, poi prosegue con 3,20 nel lungo e 5,85 nel peso.
Tra i cadetti Massimiliano Serra Ŕ 12░ con 1235 punti: 16"8 sugli 100 hs, 4,52 m nel lungo e 8,22 nel peso.
Nel tetrathlon SF primo posto per Francesca Tomasella, con 1827 punti conquistati con 28"8 sui 200 m, 17"8 sui 100 hs, 4,53 m nel lungo e 7,32 nel peso.


MARATONE
Ancora una bella impresa di Monica Audenino che domenica 2 aprile a Milano si laurea Campionessa Italiana Interbancari F45 ritoccando il suo personale sulla distanza col tempo di 3.38.33.
Nella stessa gara esordio per
Vittorio Vaccaneo, 3.32.21 il suo tempo.
Un esordio sui 42,195 km anche per
Valeria Gaggioli, che ha scelto la Maratona di Roma per la sua prima di sempre, chiusa sotto la pioggia in 4 ore 43'20.



UN GRANDE RECORD PER FILIPPO IACOCCA
"Però Iacocca è forte ....", era solito ripetere Angelo Colasuonno parlando di Antonio, che dimostrava ogni giorno di più le sue grandi qualità atletiche che lo avrebbero portato al record italiano di prove multiple e a indossare poi la maglia azzurra nel decathlon e la maglia di campione italiano assoluto.
A distanza di 40 anni la storia si ripete con il figlio Filippo, che sabato 8 ad Alessandria ha letteralmente frantumato il record provinciale di getto del peso Ragazzi portandolo dai 13.84 di Francesco Iudicelli ai 14.44 ottenuti al suo primo lancio di gara.
Il non ancora tredicenne Filippo ha così anche cancellato il personale di 13.28 siglato ai campionati regionali indoor di Aosta un mese fa, misura che già costituiva il miglior risultato stagionale in Piemonte per la sua categoria.
Un primo lancio quasi perfetto, poi due prove più modeste di 12,78 e 13,20 per l'atleta allenato dal papà Antonio, ormai scarico ma soddisfatto per aver ottenuto una prestazione ben superiore alle aspettative.
Una curiosità: il 14.44 di Filippo è un piccolo centimetro migliore del personale del papà Antonio, il 14.43 che rappresenta ancora oggi il record sociale della specialità. Prestazioni ottenute con pesi diversi, ma anche ad età molto diverse.
Ad Alessandria buoni risultati anche per il fratello Alessandro, miglioratosi sui 1000 m di cinque secondi, mentre il compagno di allenamento Valentino Oldano, più noto come giavellottista di buon livello, dimostra eccellenti qualità anche nella corsa, correndo i 300 piani per la prima volta sotto i 40" e poco più tardi ripetendosi sui 1000 con un tempo molto vicino ai 3 minuti.
Risultati:
300: Valentino Oldano 39.5
1000: Valentino Oldano 3.05.1, Alessandro Iacocca 3.05.6
Peso Ragazzi: Filippo Iacocca 14.44 RECORD PROVINCIALE
Peso Kg 5: Giorgio Fracchia 8.11

Nelle foto qui sopra Filippo Iacocca in gara e con il papà e allenatore Antonio, ex nazionale e campione italiano di decathlon


Si replica domenica a Santhià che ha ospitato una riunione regionale in pista, questa volta è
Alessandro Iacocca agli onori della cronaca (nella foto), il maggiore del team Iacocca vince la gara di giavellotto cadetti con la misura di 37.26 migliorando il personale di oltre dieci metri. Al secondo posto Valentino Oldano, mentre Filippo Iacocca è secondo nel vortex Ragazzi.
Risultati di Santhià:
Sabato 8: Triplo: Silvia Molino 8.58 (+0.8), 200m: Gaetano Bonifacio 26.19
Domenica 9: Giavellotto / disco: Alessandro Iacocca 37.26 / 23.07, Valentino Oldano 34.65 / 25.11
Vortex: Filippo Iacocca 41.33




38.77 per Giandomenico Piazza nel giavellotto da 800g a Treviso (domenica 9) a un metro dal personale.
A Pavia
Mariam Guadagnin in una gara di martello ad inviti lancia a 44.62, la sua seconda misura di sempre.

A YASSIN CHOURY IL TROFEO VOGLIOLO
Va al giovanissimo (non ancora 17 anni) Yassin Choury la 19.ma edizione del Trofeo Vogliolo, corsa su strada organizzata ad Asti dall'Atletica Castell'Alfero e valida quale seconda prova del Campionato Provinciale di corsa su strada.
Sulla distanza di 9.5 km Yassin (nella foto in prossimità del traguardo) ha fatto letteralmente il vuoto chiudendo la sua prova in poco più di 31 minuti davanti al torinese Ferrari e al milanese Freiburgher. Buon quarto posto (e secondo tra gli astigiani) per Roberto Musso; tra i dieci anche Davide Elli e Vincenzo Ippolito.
La Vittorio Alfieri si impone nella classifica delle società numerose, anche grazie al contributo dei giovani del settore Progetto Junior che si sono dati battaglia nelle categorie da Esordienti a Cadetti, cogliendo diversi successi individuali.
Per la Vittorio Alfieri c'è anche il secondo posto in campo femminile per Claudia Solaro, mentre Franco Cipolla ha come sempre dominato nella categoria M65.



Sabato 15 a
Chivasso in evidenza il salto in lungo femminile con primati personali per Federica Bombara, una una buona serie di salti oltre i 5 metri e Matilde Morellato, che si migliora di 30 cm in un colpo. Matilde Casale si impone nel triplo tornando oltre gli 11 metri, buona prestazione cronometrica per il master Gaetano Bonifacio che sui 300m avvicina i 40".
Risultati:
Lungo: Claudio Orrù 6.05 (-0.1), Federica Bombara 5.22 (+0.5), Matilde Casale 4.96 (+0.3), Matilde Morellato 4.89 (+1.0), Francesca Tomasella 4.87 (+0.3)
Triplo: Claudio Orrù 12.56 (+1.2), Matilde Casale 11.14 (+0.7), Silvia Molino 8.54 (+0.7)
150: Giuseppe Li Santi 20.02 (-0.5), Francesca Tomasella 20.55 (0.0), Stefania Giulivi 22.61 (0.0), Gabriella Zunino 23.59 (0.0), Silvia Molino 24.38 (-0.6)
300m: Gaetano Bonifacio 40.69
80m: Lorenzo Peyla 11.69 (-0.7)


ED DERRAZ 30.12.11 (10000m), CHOURY 9163m (30')
Cuneo, 22 aprile. Buon comportamento di squadra per la Vittorio Alfieri che sabato a Cuneo si è presentata al completo alla prova regionale dei 10 km su pista valida come terza prova del Campionato di Società di corsa.
I risultati cr
onometrici sono stati in parte falsati dalle avverse condizioni del tempo, con forte vento che ha infastidito i corridori, e dai troppi errori nel conteggio dei giri da parte della giuria, con conseguenze pesanti soprattutto per i nostri colori.
Comunque dopo questa prova la squadra maschile recupera una posizione in classifica superando la formazione della Val Varaita e avvicinando per pochi punti il Roata Chiusani alla testa della classifica; ora i nostri si giocheranno il titolo regionale del campionato a fine stagione a Cavour nell'ultima prova, i tradizionali 10 km su strada.
Benissimo anche le ragazze, che a Cuneo hanno schierato ben cinque atlete, risalendo così diverse posizioni in classifica.
Migliori dei biancoverdi: Cristina Zaccone in campo femminile e Vincenzo Ippolito tra i maschi.

Questi due nelle foto di Franco Cipolla: Cristina Zaccone (32) e Vincenzo Ippolito (65) , con Elisa Raspino (34) che in questa occasione ha compiuto un balzo di qualità davvero notevole coprendo la distanza in meno di 50 minuti.

Col pettorale 18 è Choury Yassin che, sempre a Cuneo, ha realizzato una grande impresa coprendo nei 30' di corsa riservati alla categoria Allievi 9163 metri, per lui una vittoria indiscussa con quasi due giri di vantaggio sul secondo classificato, un titolo di Campione Piemontese e il nuovo record provinciale in questa specialità con un miglioramento di
oltre 300 metri sul precedente limite di 8835, che dal lontano 1972 apparteneva a Giuseppe Dus. La prestazione di Yassin è sicuramente tra le migliori in Italia e conferma il talento di questo ragazzo che un anno fa è stato medaglia d'argento ai Campionati Italiani di corsa su strada.
Va al primato anche Annalisa Serpi (pettorale 1) che, con i suoi 4940 metri nei 20' di corsa, cancella i 4637 metri di Gaia Gagliardi e avvicina il significativo muro dei 20 minuti sui 5 km, prestazione di assoluto rilievo per una allieva al primo anno.
La prova dei 10 km in pist
a era in programma, nello stesso giorno, in molte regioni italiane e Jido Ed Derraz, alla ricerda di un crono all'altezza del suo attuale valore, ha preferito scendere in pista a Marina di Carrara, dove si erano dati appuntamento i migliori mezzofondisti italiani.
Benchè l'atleta non sia rimasto particolarmente soddisfatto della sua prova, il tempo da lui ottenuto (30.12.11) è decisamente di rilievo in campo provinciale: Jido infatti abbassa di un m
inuto il personale sulla distanza facendo segnare il nuovo record sociale. Per valutare l'altissimo livello di questa competizione toscana ricordiamo che con questo tempo Jido si è classificato 22.mo a oltre due minuti dal vincitore che ha sfiorato i 28 minuti (anche se giova ricordare che i primi dieci classificati in questa gara sono tutti di origine nordafricana in prestito a società italiane).
Il record provinciale resta il 29.30.3 del 1983 del ligure Rosolino Damele (podistica Perosino), mentre la miglior prestazione ottenuta da un astigiano è il 29.56.0 di Matteo Avataneo, obiettivo sicuramete alla portata dell'atleta allenato da Fabrizio Marello.

Risultati di Cuneo
10000 Femminili: Cristina Zaccone 44.27.14, Eleonora Durante 47.05.20, Elisa Raspino 48.44.27, Giulia Volpe 53.46.45, Maria Borretta 59.36.68
10000 Maschili: Vincenzo Ippolito 37.48.10, Federico Tassone 39.58.32, Nicholas Bouchard 40.52.07, Francesco Cipolla 41.34.44, Gianni Guolo 42.32.37, Domenico Guglielminetti 43.45.84, Claudio Vercelli 50.46.5
30' Allievi: 1) Yassin Choury 9163 metri CAMPIONE PIEMONTESE, RECORD PROVINCIALE, Luca Amato 7848m
20' Allieve: Annalisa Serpi 4940 metri RECORD PROVINCIALE



MULTIPLE: LA VITTORIO ALFIERI SI CONFERMA AI VERTICI REGIONALI
Filippo Pelissetti (110hs) e Federica Bombara (lungo) promossi ai Nazionali
Santhià, 22-23 aprile.
Ancora un appuntamento a cui non mancare, i Campionati di Società di prove multiple.
A Santhià la Vittorio Alfieri conferma anche quest'anno la sua ultradecennale leadership in ambito regionale in questa evento molto importante a livello di squadra ai fini del Grand Prix Piemonte.
A livello assoluto questa prima prova di Campionato, una manifestazione che si concluderà solo a fine stagione, pone provvisoriamente la squadra maschile al secondo posto tra le società piemontesi alle spalle dell'Atletica Fossano; per questo bel piazzamento è determinante il contributo degli affezionati master Andrea Fassio e Piero Rolfi, che ci permettono di completare già alla prima tappa i quattro punteggi richiesti per la classifica.
Le ragazze, un anno fa campionesse regionali di società, sono attualmente in seconda posizione con ampie possibilità di confermare il titolo del 2016.
A Santhià ancora più importante è risultato il comportamento di squadra della formazione Allievi (Filippo Pelissetti, Andrea Carriero e Davide Stratta, nell'ordine nella foto), che con questa prova prenota anche quest'anno la finale nazionale del campionato di società di decathlon, dopo l'eccellente terzo posto in Italia conquistato nel 2016 a Vicenza.
La palma del migliore va a Filippo Pelissetti che a Santhià infrange per la prima volta il muro dei 5000 punti nel decathlon con una prestazione complessiva priva di sbavature e accompagnata da sette primati personali nelle dieci prove del programma. Di rilievo i nuovi primati nel lungo, nell'asta e soprattutto nei 110hs in cui l'atleta ottiene con 15.45 il minimo di partecipazione ai prossimi campionati italiani allievi anche su questa distanza.
Al termine delle due giornate Filippo è secondo con 5181 punti e sale sul podio alle spalle del forte torinese Alessandro Mortara.
Andrea Carriero, all'esordio nella specialità in quanto al primo anno di categoria, supera i 4000 punti con prestazioni di rilievo nel lungo e nel giavellotto, dove sfiora i 40 metri, mentre Davide Stratta, un po' a corto di preparazione per impegni scolastici, completa il trio della squadra allievi che con i 13461 punti globalmente acquisiti a Santhià ha buone chanches di approdare alla finale nazionale.
In campo femminile l'allieva Matilde Morellato migliora di oltre 300 punti il personale della scorsa stagione progredendo in tutte le sette specialità dell'eptathlon, mentre di buon livello è la prestazione di Federica Bombara (nella foto), che al primo anno nella categoria juniores supera i 3600 punti ma, soprattutto, è artefice di un bel salto nella pedana del lungo: con 5.43 migliora abbondantemente il personale di 5.19 e ottiene così il pass per i Campionati italiani Juniores del prossimo giugno
.
Risultati di Santhià, 22-23 aprile
Eptathlon Allieve (200, 800, 100hs, alto, lungo, peso, giavellotto)
Matilde Morellato 2896 (28.62/-0.4, 2.54.8
6, 18.65/-0.1, 1.34, 4.53/0.5, 7.45, 16.58
Decathlon Allievi (100, lungo, peso, alto, 400, 110hs, disco, asta, giavellotto,1500)
2) Filippo Pelissetti 5181 (12.26/-1.9, 5.97/+1.3, 10.91, 1.55, 55.59, 15.45/-0.1, 28.65, 3.20, 37.66, 5.27.71)
Andrea Carriero 4261 (12.73/-1.6, 5.88, 10.30, 1.49, 58.14, 19.35/-1.3, 23.95, 2.40, 39.90, 5.27.74)
Davide Stratta 4019 (12.83/-1.9, 5.49/+0.9, 10.06, 1.52, 60.83, 19.89/-0.4,26.53, 3.60, 26.82, 6.04.46)
Eptathlon Femminile (100hs, alto, peso, 200, lungo, giavellotto, 800)
Federica Bombara 3683 (17.42/-1.8, 1.43, 7.54, 27.46/-1.5, 5.43/+1.0, 19.41, 2.38.77)
Francesca Tomasella 3324 (16.54/-1.8, 1.34, 6.60, 28.46/-2.3, 4,89/+2.9 (4.84/+0.1), 17.57, 2.42.21)
Decathlon Assoluti (100, lungo, peso, alto, 400, 110hs, disco, asta, giavellotto,1500)
Giovanni Nervo 4299 (12.16/-1.5, 6.12/+1.6, 7.72, 1.70, 60.05, 18.58/0.0, 21.80, 2.80, 29.07, 5.31.88)
Fabio Veneto 3520 (12.45/-0.7, 5.73/+1.1, 8.47, 1.43, 60.04, RIT, 24.53, 2.60, 27.97, 5.32.07)
Piero Rolfi 2574 (14.19/+0.1, 4.80/+1.1, 7.37, 1.43, 67.24, 22.65/-0.8, 2.80, 28.38, RIT)
Andrea Fassio 1575 (16.10/+0.1, 3.68/+0.9, 7.01, 1.34, RIT, RIT, 25.20, 2.00, 25.97, RIT)



Domenica 23 a Villadossola (VB) grande prova individuale per Jacopo Musso che nelle corse in montagna si è ormai inserito a livello dei migliori specialisti piemontesi in questa difficile specialità in cui il papà Paolo è sempre stato un maestro.
In questa prima prova del 2017 del Trofeo ECO, valido come Campionato Piemontese Assoluto, Paolo Musso è primo nella categoria M55 col tempo di 1.18.47 sui 13.3 km, mentre Jacopo si piazza al settimo posto assoluto in 1.05.59.
In campo femminile Roberta Viarengo chiude con un bel quarto posto nella categoria F45 con il tempo di 59.49 sui 7.7 km.
Nella foto i tre protagonisti di questa gara




IL MARTELLO E' SEMPRE STELLARE
Anche Federico Filippa è promosso ai nazionali Allievi
Federico Filippa si augurava di iniziare oggi a Novara la caccia ai 45 metri, il minimo fissato dalla Fidal per poter prendere parte ai Campionati Nazionali Allievi nel lancio del martello; in realtà in questo primo appuntamento le cose sono andate al di là delle più ottimistiche speranze per il giovane lanciatore che, venuto a Novara con un personale di 45.45, ha centrato l' agognato obiettivo già al primo tentativo con una serie di lanci in progressione; questa la serie di Federico e che nei due lanci finali ha addirittura avvicinato la fettuccia dei 50 metri:

N - 46.90 - 47.04 - 47.52 - 48.85 - 48.72 . Obiettivo raggiunto quindi al primo assalto.
La gara era valida quale prima prova del Campionato Regionale di Lanci e ha portato ai colori biancoverdi altre soddisfazioni con
Francesco Pelissero, ancora un allievo di belle speranze in forte progresso, che innalza il personale dai 37 metri del 2016 ai 40.76 di oggi e può fare un pensierino anche lui alla finalissima di Rieti a giugno.
Di buon livello anche la sua prestazione nel disco dove approda per la prima volta oltre i 30 metri.
Nella foto Francesco Pelissero e Federico Filippa, gioielli di Angelo Colasuonno

Risultati di Novara, 25 aprile
Martello Kg 4: Silvia Boero 44.71, Mariam Guadagnin 44.64
Peso Kg 6: Paolo Rissone 10.38
Disco 1.5 kg: Pelissero Francesco 30.90, Federico Filippa 26.05
Martello Kg 5: Federico Filippa 48.85, Francesco Pelissero 40.76
Martello Kg 6: Paolo Rissone 42.51



TUTTI AL PERSONALE AL MEETING DI VILLANOVA

Miglioramenti di massa per i cadetti del mezzofondo nel meeting di Villanova del 25 aprile, classico appuntamento di inizio stagione in ambito regionale.
Tutti i ragazzi di Fabrizio Marello e di Roberto Musso cimentatisi sulla distanza dei 1000 metri hanno chiuso la gara col nuovo personale sulla distanza, a significare il buon lavoro di gruppo svolto in questo inverno.
Teshale Zanchetta perde la volata contro Willy Nocenti, suo avversario in tutte le sfide invernali di cross, ma chiude con l'ottimo tempo di 2.45.43, quinto tempo astigiano per la categoria cadetti, dimostrando di poter avvicinare quest'anno il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani di categoria (2.41.0).
Alle sue spalle miglioramenti per tutti in termini di manciate di secondi, di buon auspicio in vista delle staffette regionali del prossimo fine settimana.
Risultati di Villanova 25 aprile:
60m / lungo Ragazzi: Lorenzo Scaglia 9.54 e 3.56
1000 Cadetti: Teshale Zanchetta 2.45.43, Girma Lombardo 3.00.50, Giacomo Cuozzo 3.04.71, Nicolò Sciortino 3.06.50, Marco Bussolino 3.08.76, Filippo Cuozzo 3.11.541, Francesco Amato 3.12.17, Alessandro Sensi 3.14.95, Francesco Toniolo 3.18.18
3000m: Domenico Guglielminetti 12.10.26
Lungo: Claudio Orrù 6.28
800m: Claudia Solaro 2.33.80
Nella foto (Progetto Junior) Giacomo Cuozzo e Nicolò Sciortino


In questo fine settimana doppio appuntamento per il
Team Iacocca , sotto la vigile guida del papà Antonio che sabato 22 ad Alessandria ha fatto scendere nella pedana del giavellotto il figlio Alessandro (34.36) e Valentino Oldano, che sale al personale stagionale con un lancio di 39.52 vincendo la gara.
Poi martedì 25 trasferta di gruppo a
Nova Milanese, dove era in programma il 19.mo Meeting della Liberazione.
In mattinata Filippo Iacocca vince il peso ragazzi con un lancio di 13.98, sua seconda prestazione personale; nel pomeriggio è il turno di Valentino e Alessandro che nella pedana del giavellotto occupano le prime due posizioni: 40.87 per Valentino che ritocca così il suo personale e 36.20 per Alessandro.

Nella Mezza Maratona di Asti (domenica 23 aprile) la Vittorio Alfieri si è presentata con un bel numero di iscritti in questo ormai tradizionale appuntamento podistico astigiano, quest'anno anticipato a fine aprile, ma con una partecipazione globale un po' ridotta rispetto agli anni passati, anche a causa dei sempre più numerosi appuntamenti podistici a cui non è possibile mancare, come i 10km in pista di Cuneo e la prima prova regionale di corsa in montagna (prove che hanno impegnato nello stesso giorno, o quasi, molti dei nostri tesserati).
Roberto Musso è il migliore dei nostri chiudendo al 7.mo posto in 1.20.08.
Seguono: Davide Elli
(1.21.42), Fabio Francia (1.24.11), Salvatore Aliotta (1.31.20), Stefano Cossu (1.31.26), Massimo Matrone (1.33.11), Enrico Rissone (1.38.15), Vittorio Vaccaneo (1.41.56), Enrico Cocca (1.42.00), Massimo Mansella (1.43.57), Roggero Semola (1.47.39), Biagio Mansella (1.51.07), Paolo Platania (1.54.53),Camillo Boano (2.00.45), Enzo Aluffi (2.02.24), Chiara Bertolina (2.27.45)





Sabato 29 aprile a Santhià
Federico Filippa (nella foto) conferma i recenti progressi nel martello ritoccando il suo personale, fresco di soli quattro giorni fa, con un terzo lancio di 48.91 e altre tre misure sopra i 47 metri. Alle sue spalle il compagno di allenamenti Francesco Pelissero si ferma oggi a 38.50, poi il master Paolo Rissone, che con l'attrezzo da 7.26 kg sale a 37.42. Nell'asta 3.50 per Davide Stratta, un pò a corto di preparazione per gli impegni scolastici che giustamente hanno la precedenza..

 

VELOCISTI IN FORMA A SAVONA
Record Italiano master nel lungo per Roberto La Barbera
Savona 29 aprile. La veloce pista della città ligure e l'aiuto del vento, spesso al di là del lecito ammissibile, ha favorito le prestazioni dei numerosi sprinter di alto livello che si sono dati appuntamento in questo 3° Trofero Roberto Benvenuti.
La gara di sprint puro maschile, i 100m, assegna la vittoria al milanese Polanco davanti al nazionale azzurro di staffetta Fabio Cerutti, i tempi dei due (10.53 e 10.59) sono di assoluto valore nazionale senza considerare che sono ben dieci i velocisti scesi in questa gara sotto gli 11.00.
Gloria e soddisfazioni anche per i nostri colori: i ragazzi di Stefania Giulivi si superano in questa occasione con tempi cronometrici di valore. Esordio nella categoria Allievi per VivianaVogliolo e Joseph Twumasi, i due sedicenni che qualche mese fa avevano rappresentato a Cles il Piemonte in occasione dei Campionati Italiani cadetti.
Viviana Vogliolo ottiene al primo tentativo il limite di ammissione ai Campionati Italiani correndo i 100m in 12.85 con vento regolare. Viviana (nella foto di repertorio a Cles) poco più tardi si è ripetuta sul giro di pista migliorando il personale di mezzo secondo e mancando, ancora per mezzo secondo, il pass per Rieti anche su questa distanza. Prossimo tentativo tra una settimana in occasione dei CDS Assoluti a Torino.
La stessa considerazione vale per
Joseph Twumasi che ha corso i 100 piani nell' ottimo tempo di 11.51, non troppo distante dal minimo richiestodi 11.44, ma sicuramente l'atleta può far meglio sulla doppia distanza e anche sul giro di pista.
Sulla pedana del lungo si esalta il master
Roberto La Barbera (nella foto col suo allenatore), autore di una grande gara che lo fa atterrare al quinto tentativo a 6.69, nuovo record italiano Master per la categoria M50, dieci cm meglio del 6.59 di Gianni Becatti.
Nella sua serie di salti anche un nullo millimetrico misurato a 6.89.

Risultati:
100: Joseph Twumasi 11.51 (+1.0), Niccolò Li Santi 11.53 (+1.1)
Lungo: Roberto La Barbera 6.69 (+1.4) RECORD ITALIANO M50
100 / 400 Fe: Viviana Vogliolo 12.85 (+1.5) / 61.50
Asta: Piero Rolfi e Enrico Grosso 2.80
3000 Fe: Elisa Raspino 14.22.02




PODIO CON RECORD PER LA 3X1000 CADETTI
Vittorio Alfieri al completo ai regionali di staffette
Risultati dei campionati piemontesi di staffette giovanili, Santhià 30 aprile
4x100 Cadette: 20) Bassignana, Pigella, Vergano, Parigi 57.24,
31) Merello, Dovano, Carnovale, Bona 65.13
3x1000 Cadette: 16) Bianco, Arcuraci, Frasson 11.32.75
4x100 Cadetti: 5) Serra, Peyla, Iacocca, Oldano 50.31
3x1000 Cadetti: 2) Zanchetta, Lombardo, Cuozzo G. 8.48.00 RECORD PROVINCIALE
7) Bussolino, Cuozzo F, Amato 9.22.13, 8) Sciortino, Iacocca, Oldano 9.29.87,
13) Toniolo, Sensi, Hassani 10.05.15
4x100 Ragazze: 34) Giustarini, Rabezzana, Cellino, Peyla 64.97
3x800 Ragazze: 9) Bianco, Cimino, Tarif 8.25.43, 22) Toniolo, Castrignanò, Cerrato 9.09.27
4x100 Ragazzi: 21) Scaglia, Haha, Francia, Alberti 62.73
3x800 Ragazzi: 19) Alberti, Francia, Scaglia 8.35.14
Domenica a Santhià, in una affollatissima edizione dei Campionati Piemontesi giovanili di Staffette, la Vittorio Alfieri sfiora il successo nella 3x1000 C
adetti che si arrende solo negli ultimi metri alla formazione della Safatletica.
Giacomo Cuozzo, Thesale Zanchetta e Girma Lombardo (nella foto)
hanno accarezzato quasi fino al traguardo il sogno di un successo, dopo aver accumulato un vantaggio di quasi cento metri dopo le frazioni di Zanchetta (2.46.9) e Lombardo (2.59.2), ma hanno subito il ritorno del forte torinese Tagliente nonostante l'ottima prova del nostro terzo frazionista, Giacomo Cuozzo, al quale non basta il primato personale nella sua frazione (3.01.9) per conquistare la vittoria. Per gli astigiani c'è comunque la soddisfazione del nuovo record provinciale, che abbassa seccamente il precedente limite di 9.01.9 (Campomenosi, Capra, Fantino) datato 2012.
La 3x1000 Cadetti è la specialità che porta più punti alla società in funzione della classifica maschile, anche per i buoni piazzamenti delle altre tre formazioni schierate in questa gara.
Per il resto da rilevare il quinto posto della 4x100 cadetti (nella foto a destra il cambio tra Valentino Oldano e Alessandro Iacocca) e un buon comportamento d'insieme della Vittorio Alfieri che piazza almeno una formazione in tutte le specialità maschili e femminili e prenota un posto di primo piano in campo regionale in questo campionato sempre importante ai fini del Grand Prix.


MARATONE DI APRILE
Da rilevare il nuovo personale di
Monica Audenino che il 23 aprile a Padova ha corso in 3 ore 37'20" con l'esordio in maratona per Denis Regis (4 ore 02'41").
In settimana
Angelo Marchione, uno dei due astigiani ad aver corso nella sua carriera più di 50 maratone, ha preso parte con Luciano Oldano ad una delle classiche del panorama internazionale, la maratona di Boston. 5 ore 45.03 il suo tempo, mentre Oldano ha chiuso in 4 ore 35.48.